SULLA DIFFUSIONE DI TESTI DI PRESUNTE RIVELAZIONI PRIVATE. Comunicato Stampa della Congregazione per la Dottrina della Fede del 29 novembre 1996.

Link: https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2018/04/sulla-diffusione-di-testi-di-presunte.html


domenica 25 gennaio 2015

CHIESA - VANGELO DI MARCO: ELIA E’ GIA’ VENUTO NON LO HANNO RICONOSCIUTO; ERA GIOVANNI IL BATTISTA. - Mc 9:11 E lo interrogarono: «Perché gli scribi dicono che prima deve venire Elia?». 12 Egli rispose loro: «Sì, prima viene Elia e ristabilisce ogni cosa; ma come sta scritto del Figlio dell'uomo? Che deve soffrire molto ed essere disprezzato. 13 Orbene, io vi dico che Elia è già venuto, ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto, come sta scritto di lui». Mt 17:12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, l'hanno trattato come hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera loro». 13 Allora i discepoli compresero che egli parlava di Giovanni il Battista. Atti 2:17 Negli ultimi giorni, dice il Signore, Io effonderò il mio Spirito sopra ogni persona; i vostri figli e le vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno dei sogni. LO SPIRITO DI GIOVANNI IL BATTISTA E I MESSAGGI PROFETICI DELLA MADONNA DI ANGUERA: 49 – 24 giugno 1988. Siate come il precursore, GIOVANNI BATTISTA, il quale non ebbe mai paura di insegnare ciò che lo Spirito Santo gli rivelava. Voi siete timorosi, figli miei, perché avete così poca fede. Non scoraggiatevi. Abbiate fede nel Signore. 1.442 - 24 giugno 1998 Cari figli, vi invito ad essere coraggiosi. Siate imitatori di S. GIOVANNI BATTISTA. Come lui, amate la verità e difendetela, anche se per farlo dobbiate offrire la vostra stessa vita. 1.597 - 24 giugno 1999 . Siate imitatori di San GIOVANNI BATTISTA e portate a tutti la speranza che è Cristo 1.756 - 24 giugno 2000 Chi cammina con Lui non vagherà mai nelle tenebre. Come GIOVANNI BATTISTA, mostrate Cristo al mondo affinché l’umanità trovi la pace. Siate messaggeri e annunciatori del messaggio del Signore. 1.912 - 23 giugno 2001 Il mio Gesù desidera la vostra testimonianza pubblica e coraggiosa. Cercate forza nella Parola di Dio e sarete guidati sul cammino della salvezza. Desidero che abbiate il coraggio e l’umiltà di GIOVANNI BATTISTA e che, con i vostri esempi e parole, cerchiate di contribuire affinché gli uomini tornino al Dio della Salvezza e della Pace. 2.069 - 24 giugno 2002 La verità non è più annunciata con quel coraggio che aveva San GIOVANNI BATTISTA. Molti pastori sono interessati solo ai problemi sociali e dimenticano che la vera liberazione è in Gesù. 2.382 - 24 giugno 2004 Dio si aspetta molto da voi. Seguite l’esempio di GIOVANNI BATTISTA e date il vostro contributo affinché gli uomini si preparino ad accogliere Gesù. OGGI L’UMANITÀ VIVE COME AI TEMPI DEL DILUVIO E GLI UOMINI NON SI INTERESSANO PIÙ DI DIO E DELLE SUE LEGGI. Dite a tutti che questo è il momento del grande ritorno. 3.178 - 24/06/2009 Cari figli, giorni di tenebre verranno per l’umanità. Per aver difeso la verità, molti consacrati saranno perseguitati e uccisi. La Chiesa sarà ferocemente perseguitata e molti si tireranno indietro. Vi chiedo di avere il coraggio di GIOVANNI BATTISTA e di non scoraggiarvi davanti alle vostre difficoltà. 3.500 - 24 giugno 2011 Vi chiedo di avere il coraggio di GIOVANNI BATTISTA. Difendete senza paura la vera dottrina. Qualunque cosa accada, non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Il mio Gesù non abbandonerà la sua Chiesa. La croce sarà pesante e molti consacrati saranno condotti a morte, ma per la grazia del mio Gesù verrà UN UOMO di fede che porterà la Chiesa alla grande vittoria finale. Tutto quello che vi ho annunciato in passato accadrà, ma alla fine verrà per gli ELETTI la grande e FELICE vittoria. 3.670 - 23 giugno 2012 Cari figli, abbiate coraggio. Mio Figlio Gesù ha bisogno della vostra testimonianza sincera e coraggiosa. Questa sera vi invito a essere imitatori del grande profeta GIOVANNI BATTISTA. Annunciate Gesù a tutti coloro che ancora non lo conoscono e vivono nelle tenebre del peccato. 3.837 - 24 giugno 2013 Un grande e coraggioso uomo di fede condurrà la Chiesa sul cammino della verità. Coraggioso come GIOVANNI BATTISTA, disposto al sacrificio. Non tiratevi indietro. La vittoria sarà del Signore e dei suoi ELETTI.





Marco 9:11 E lo interrogarono: «Perché gli scribi dicono che prima deve venire Elia?». 12 Egli rispose loro: «Sì, prima viene Elia e ristabilisce ogni cosa; ma come sta scritto del Figlio dell'uomo? Che deve soffrire molto ed essere disprezzato. 13 Orbene, io vi dico che Elia è già venuto, ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto, come sta scritto di lui».

Matteo 17:12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, l'hanno trattato come hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera loro». 13 Allora i discepoli compresero che egli parlava di Giovanni il Battista.

Atti 2:17 Negli ultimi giorni, dice il Signore,
Io effonderò il mio Spirito sopra ogni persona;
i vostri figli e le vostre figlie profeteranno,
i vostri giovani avranno visioni
e i vostri anziani faranno dei sogni.


GIOVANNI IL BATTISTA - CITAZIONI NEL NUOVO TESTAMENTO

Mt 3:1 In quei giorni comparve Giovanni il Battista a predicare nel deserto della Giudea,

Mt 11:11 In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.

Mt 11:12 Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono.

Mt 14:2 Egli disse ai suoi cortigiani: «Costui è Giovanni il Battista risuscitato dai morti; per ciò la potenza dei miracoli opera in lui».

Mt 14:8 Ed essa, istigata dalla madre, disse: «Dammi qui, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista».

Mt 16:14 Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti».

Mt 17:13 Allora i discepoli compresero che egli parlava di Giovanni il Battista.

Mc 6:14 Il re Erode sentì parlare di Gesù, poiché intanto il suo nome era diventato famoso. Si diceva: «Giovanni il Battista è risuscitato dai morti e per questo il potere dei miracoli opera in lui».

Mc 6:24 La ragazza uscì e disse alla madre: «Che cosa devo chiedere?». Quella rispose: «La testa di Giovanni il Battista».

Mc 6:25 Ed entrata di corsa dal re fece la richiesta dicendo: «Voglio che tu mi dia subito su un vassoio la testa di Giovanni il Battista».

Mc 8:28 Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista, altri poi Elia e altri uno dei profeti».

Lc 7:20 Venuti da lui, quegli uomini dissero: «Giovanni il Battista ci ha mandati da te per domandarti: Sei tu colui che viene o dobbiamo aspettare un altro?».

Lc 7:33 È venuto infatti Giovanni il Battista che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: Ha un demonio.

Lc 9:19 Essi risposero: «Per alcuni Giovanni il Battista, per altri Elia, per altri uno degli antichi profeti che è risorto».


49 – 24 giugno 1988
Cari figli, ho affermato in più occasioni che la pace del mondo è in crisi: diventate fratelli tra voi. Aumentate la preghiera e il digiuno per essere salvi. Non abbiate timore di affermare le Verità insegnate da mio Figlio Gesù. Siate come il precursore, GIOVANNI BATTISTA, il quale non ebbe mai paura di insegnare ciò che lo Spirito Santo gli rivelava. Voi siete timorosi, figli miei, perché avete così poca fede. Non scoraggiatevi. Abbiate fede nel Signore. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Rimanete nella Pace.

1.442 - 24 giugno 1998
Cari figli, vi invito ad essere coraggiosi. Siate imitatori di S. GIOVANNI BATTISTA. Come lui, amate la verità e difendetela, anche se per farlo dobbiate offrire la vostra stessa vita. Sappiate che tutti coloro che amano la verità mi danno grande gioia. Siate santi e non abbiate paura. Io sono al vostro fianco. Pregate. Fate penitenza. Se farete la vostra parte, Dio vi ricompenserà generosamente. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.597 - 24 giugno 1999
Cari figli, aprite i vostri cuori e accogliete con gioia i miei supplichevoli appelli. Vi chiedo di essere coraggiosi nel testimoniare il Vangelo di mio Figlio Gesù. Non state con le mani in mano. Il tempo è breve e non potete più vivere con le mani in mano. Pregate. Se pregate e assumete la vostra fede, la vostra vita sarà ricca della presenza e dell’amore del Padre. Convertitevi. Siate imitatori di San GIOVANNI BATTISTA e portate a tutti la speranza che è Cristo. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.756 - 24 giugno 2000
Cari figli, portate la Buona Novella del Signore a tutti quelli che sono lontani dalla sua grazia. Vi chiedo di seguire il cammino che vi ho indicato, perché solo così starete sempre camminando incontro a mio Figlio Gesù. Siate cristiani coraggiosi. Con i vostri esempi e parole, mostrate al mondo che Cristo è Via, Verità e Vita. L’umanità ha bisogno di Cristo perché vive nelle tenebre del peccato. Cristo è la vostra luce. Chi cammina con Lui non vagherà mai nelle tenebre. Come GIOVANNI BATTISTA, mostrate Cristo al mondo affinché l’umanità trovi la pace. Siate messaggeri e annunciatori del messaggio del Signore. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.912 - 23 giugno 2001
Cari figli, sforzatevi affinché la vostra vita sia fatta di continui incontri con Gesù. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato e ricordatevi sempre che Gesù è molto vicino a voi. Il mio Gesù desidera la vostra testimonianza pubblica e coraggiosa. Cercate forza nella Parola di Dio e sarete guidati sul cammino della salvezza. Desidero che abbiate il coraggio e l’umiltà di GIOVANNI BATTISTA e che, con i vostri esempi e parole, cerchiate di contribuire affinché gli uomini tornino al Dio della Salvezza e della Pace. Avanti senza paura. Quello che vi dico, annunciatelo a tutti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.069 - 24 giugno 2002
Cari figli, mio Figlio Gesù ha bisogno del vostro coraggio perché il suo Vangelo sia portato a tutti coloro che vivono nelle tenebre del peccato grave. Molti sono lontani per mancanza di conoscenza. Oggi la verità è soffocata da molti pastori che non si preoccupano della salvezza delle anime. La verità non è più annunciata con quel coraggio che aveva San GIOVANNI BATTISTA. Molti pastori sono interessati solo ai problemi sociali e dimenticano che la vera liberazione è in Gesù. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della fede che il Signore ha posto nei vostri cuori e di cercare ovunque di essere luce per coloro che vivono nelle tenebre spirituali. Pregate. Solo pregando comprenderete quello che vi dico. Non state con le mani in mano. Siate difensori della Chiesa del mio Gesù e pregate affinché gli uomini comprendano che solo Gesù è la Via, la Verità e la Vita. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.382 - 24 giugno 2004
Cari figli, Dio vi ha scelto per essere annunciatori della sua Buona Novella. Con i vostri esempi e parole, portate ai miei poveri figli il messaggio di speranza che Gesù vi ha annunciato. Siate coraggiosi. Dio si aspetta molto da voi. Seguite l’esempio di GIOVANNI BATTISTA e date il vostro contributo affinché gli uomini si preparino ad accogliere Gesù. Oggi l’umanità vive come ai tempi del diluvio e gli uomini non si interessano più di Dio e delle sue Leggi. Dite a tutti che questo è il momento del grande ritorno. Pentitevi e cercate la MISERICORDIA del Signore per le vostre vite. Non state con le mani in mano. Pregate, fate penitenza e credete fermamente nel Vangelo di Gesù per essere salvi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.178 - 24/06/2009
Cari figli, giorni di tenebre verranno per l’umanità. Per aver difeso la verità, molti consacrati saranno perseguitati e uccisi. La Chiesa sarà ferocemente perseguitata e molti si tireranno indietro. Vi chiedo di avere il coraggio di GIOVANNI BATTISTA e di non scoraggiarvi davanti alle vostre difficoltà. Io sono vostra Madre e sono al vostro fianco. Inginocchiatevi in preghiera e Dio vi darà forza e coraggio. VIVETE NEL TEMPO peggiore di quello del diluvio, ma non perdete la vostra speranza. Chi sta con il Signore mai sarà sconfitto. Io intercederò presso il mio Gesù per voi. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.500 - 24 giugno 2011 
Cari figli, vi invito a vivere rivolti al Signore e a testimoniare con i vostri esempi e parole che siete veramente uomini e donne di fede. Non state con le mani in mano. Ecco, sono giunti i tempi delle grandi tribolazioni per la Chiesa. La Chiesa vivrà MOMENTI DI GRANDE afflizione e gli uomini fedeli piangeranno e si lamenteranno. Inginocchiatevi in preghiera. Vi chiedo di avere il coraggio di GIOVANNI BATTISTA. Difendete senza paura la vera dottrina. Qualunque cosa accada, non permettete che la fiamma della fede si spenga dentro di voi. Il mio Gesù non abbandonerà la sua Chiesa. La croce sarà pesante e molti consacrati saranno condotti a morte, ma per la grazia del mio Gesù verrà UN UOMO di fede che porterà la Chiesa alla grande vittoria finale. Tutto quello che vi ho annunciato in passato accadrà, ma alla fine verrà per gli ELETTI la grande e FELICE vittoria. Avanti sul cammino della verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.670 - 23 giugno 2012
Cari figli, abbiate coraggio. Mio Figlio Gesù ha bisogno della vostra testimonianza sincera e coraggiosa. Questa sera vi invito a essere imitatori del grande profeta GIOVANNI BATTISTA. Annunciate Gesù a tutti coloro che ancora non lo conoscono e vivono nelle tenebre del peccato. Aprite i vostri cuori a Colui che è la vostra Via, Verità e Vita. Amate e difendete la verità. L’umanità è malata e ha bisogno di essere curata. Date il meglio di voi nella missione che vi è stata affidata. Non permettete che i vostri dubbi e incertezze vi allontanino dal cammino che il Signore vi ha indicato. Sono vostra Madre e soffro per quello che vi aspetta. Accadrà a Pyongyang e si ripeterà a Brasilia. Inginocchiatevi in preghiera. Mio Figlio Gesù è il vostro Tutto. Cercatelo nell’Eucaristia. Egli vi ama e vi attende. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

P'yŏngyang Chikhalsi, nota più comunemente come Pyongyang ascolta[?·info] (Hangul 평양, Hanja 平壤, i cui caratteri sono letti in giapponese Heijo e in cinese Pingrang e significano letteralmente Terra piana) è la capitale della Corea del Nord, di cui costituisce inoltre il centro commerciale e culturale. Al centro della più importante zona mineraria, è anche la maggiore città industriale del Paese.
Brasilia (Brasília in portoghese) è la capitale del Brasile.

3.837 - 24 giugno 2013



Cari figli, camminate verso un futuro di grandi prove spirituali. Gli uomini e le donne di fede porteranno una CROCE PESANTE. Il futuro della Chiesa sarà segnato da una grande divisione e una triste dittatura religiosa. Soffro per quello che vi aspetta. Inginocchiatevi in preghiera. Il mio Gesù non vi abbandonerà. Un grande e coraggioso uomo di fede condurrà la Chiesa sul cammino della verità. Coraggioso come GIOVANNI BATTISTA, disposto al sacrificio. Non tiratevi indietro. La vittoria sarà del Signore e dei suoi ELETTI. Qualunque cosa accada, amate e difendete la verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. 

4.423 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace a Gameleira / Goiás, trasmesso il 30/01/2017
http://www.madonnadianguera.it/…/4-423-messaggio-di-nostra…/
Cari figli, non temete. Testimoniate Gesù e le Sue Parole. Vi incoraggio ad assumere il vostro vero ruolo di cristiani. Camminate verso un futuro in cui molti agiranno come Giuda e saranno ricordati come traditori della fede. Mio Figlio Gesù ha bisogno di uomini con il coraggio di Giovanni Battista per essere difensori della verità. Giovanni è morto per difendere la verità insegnata da Mio Figlio Gesù. La sua voce annunciava ovunque Gesù e i suoi insegnamenti. Giovanni ha denunciato il peccato e fu vittima di quelli che volevano una mezza verità. Molti prescelti per difendere la verità la negheranno e si perderanno eternamente. Io sono la vostra Madre Addolorata e soffro per quello che vi attende. I traditori della fede agiranno contro i Veri Insegnamenti del Mio Gesù; Agiranno contro il Mistero della Fede e trascineranno nell’errore un grande numero dei Miei poveri figli. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Amate e difendete la verità. Non tiratevi indietro. Il silenzio dei giusti fortifica i nemici di Dio. Coraggio. Il Signore è la vostra vittoria. Avanti nella verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

CITAZIONI DEL PROFETA ELIA NELLA BIBBIA 103 VOLTE

1Re 17:1 Elia, il Tisbita, uno degli abitanti di Gàlaad, disse ad Acab: «Per la vita del Signore, Dio di Israele, alla cui presenza io sto, in questi anni non ci sarà né rugiada né pioggia, se non quando lo dirò io».

1Re 17:13 Elia le disse: «Non temere; su, fa' come hai detto, ma prepara prima una piccola focaccia per me e portamela; quindi ne preparerai per te e per tuo figlio,

1Re 17:15 Quella andò e fece come aveva detto Elia. Mangiarono essa, lui e il figlio di lei per diversi giorni.

1Re 17:16 La farina della giara non venne meno e l'orcio dell'olio non diminuì, secondo la parola che il Signore aveva pronunziata per mezzo di Elia.

1Re 17:18 Essa allora disse a Elia: «Che c'è fra me e te, o uomo di Dio? Sei venuto da me per rinnovare il ricordo della mia iniquità e per uccidermi il figlio?».

1Re 17:19 Elia le disse: «Dammi tuo figlio». Glielo prese dal seno, lo portò al piano di sopra, dove abitava, e lo stese sul letto.

1Re 17:22 Il Signore ascoltò il grido di Elia; l'anima del bambino tornò nel suo corpo e quegli riprese a vivere.

1Re 17:23 Elia prese il bambino, lo portò al piano terreno e lo consegnò alla madre. Elia disse: «Guarda! Tuo figlio vive».

1Re 17:24 La donna disse a Elia: «Ora so che tu sei uomo di Dio e che la vera parola del Signore è sulla tua bocca».

1Re 18:1 Dopo molto tempo, il Signore disse a Elia, nell'anno terzo: «Su, mostrati ad Acab; io concederò la pioggia alla terra».

1Re 18:2 Elia andò a farsi vedere da Acab.
In Samaria c'era una grande carestia.

1Re 18:7 Mentre Abdia era in cammino, ecco farglisi incontro Elia. Quegli lo riconobbe e si prostrò con la faccia a terra dicendo: «Non sei tu il mio signore Elia?».

1Re 18:8 Gli rispose: «Lo sono; su, di' al tuo padrone: C'è qui Elia».

1Re 18:11 Ora tu dici: Su, di' al tuo signore: C'è qui Elia!

1Re 18:14 E ora tu comandi: Su, di' al tuo signore: C'è qui Elia? Egli mi ucciderà».

1Re 18:15 Elia rispose: «Per la vita del Signore degli eserciti, alla cui presenza io sto, oggi stesso io mi mostrerò a lui».

1Re 18:16 Abdia andò incontro ad Acab e gli riferì la cosa. Acab si diresse verso Elia.

1Re 18:17 Appena lo vide, Acab disse a Elia: «Sei tu la rovina di Israele!».

1Re 18:21 Elia si accostò a tutto il popolo e disse: «Fino a quando zoppicherete con i due piedi? Se il Signore è Dio, seguitelo! Se invece lo è Baal, seguite lui!». Il popolo non gli rispose nulla.

1Re 18:22 Elia aggiunse al popolo: «Sono rimasto solo, come profeta del Signore, mentre i profeti di Baal sono quattrocentocinquanta.

1Re 18:25 Elia disse ai profeti di Baal: «Sceglietevi il giovenco e cominciate voi perché siete più numerosi. Invocate il nome del vostro Dio, ma senza appiccare il fuoco».

1Re 18:27 Essendo già mezzogiorno, Elia cominciò a beffarsi di loro dicendo: «Gridate con voce più alta, perché egli è un dio! Forse è soprappensiero oppure indaffarato o in viaggio; caso mai fosse addormentato, si sveglierà».

1Re 18:30 Elia disse a tutto il popolo: «Avvicinatevi!». Tutti si avvicinarono. Si sistemò di nuovo l'altare del Signore che era stato demolito.

1Re 18:31 Elia prese dodici pietre, secondo il numero delle tribù dei discendenti di Giacobbe, al quale il Signore aveva detto: «Israele sarà il tuo nome».

1Re 18:36 Al momento dell'offerta si avvicinò il profeta Elia e disse: «Signore, Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, oggi si sappia che tu sei Dio in Israele e che io sono tuo servo e che ho fatto tutte queste cose per tuo comando.

1Re 18:40 Elia disse loro: «Afferrate i profeti di Baal; non ne scappi uno!». Li afferrarono. Elia li fece scendere nel torrente Kison, ove li scannò.

1Re 18:41 Elia disse ad Acab: «Su, mangia e bevi, perché sento un rumore di pioggia torrenziale».

1Re 18:42 Acab andò a mangiare e a bere. Elia si recò alla cima del Carmelo; gettatosi a terra, pose la faccia tra le proprie ginocchia.

1Re 18:43 Quindi disse al suo ragazzo: «Vieni qui, guarda verso il mare». Quegli andò, guardò e disse. «Non c'è nulla!». Elia disse: «Tornaci ancora per sette volte».

1Re 18:44 La settima volta riferì: «Ecco, una nuvoletta, come una mano d'uomo, sale dal mare». Elia gli disse: «Va' a dire ad Acab: Attacca i cavalli al carro e scendi perché non ti sorprenda la pioggia!».

1Re 18:46 La mano del Signore fu sopra Elia che, cintosi i fianchi, corse davanti ad Acab finché giunse a Izrèel.

1Re 19:1 Acab riferì a Gezabele ciò che Elia aveva fatto e che aveva ucciso di spada tutti i profeti.

1Re 19:2 Gezabele inviò un messaggero a Elia per dirgli: «Gli dèi mi facciano questo e anche di peggio, se domani a quest'ora non avrò reso te come uno di quelli».

1Re 19:3 Elia, impaurito, si alzò e se ne andò per salvarsi. Giunse a Bersabea di Giuda. Là fece sostare il suo ragazzo.

1Re 19:9 Ivi entrò in una caverna per passarvi la notte, quand'ecco il Signore gli disse: «Che fai qui, Elia?».

1Re 19:13 Come l'udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna. Ed ecco, sentì una voce che gli diceva: «Che fai qui, Elia?».

1Re 19:19 Partito di lì, Elia incontrò Eliseo figlio di Safàt. Costui arava con dodici paia di buoi davanti a sé, mentre egli stesso guidava il decimosecondo. Elia, passandogli vicino, gli gettò addosso il suo mantello.

1Re 19:20 Quegli lasciò i buoi e corse dietro a Elia, dicendogli: «Andrò a baciare mio padre e mia madre, poi ti seguirò». Elia disse: «Va' e torna, perché sai bene che cosa ho fatto di te».

1Re 19:21 Allontanatosi da lui, Eliseo prese un paio di buoi e li uccise; con gli attrezzi per arare ne fece cuocere la carne e la diede alla gente, perché la mangiasse. Quindi si alzò e seguì Elia, entrando al suo servizio.

1Re 21:17 Allora il Signore disse a Elia il Tisbita:

1Re 21:20 Acab disse a Elia: «Mi hai dunque colto in fallo, o mio nemico!». Quegli soggiunse: «Sì, perché ti sei venduto per fare ciò che è male agli occhi del Signore.

1Re 21:28 Il Signore disse a Elia, il Tisbita:

2Re 1:3 Ora l'angelo del Signore disse a Elia il Tisbita: «Su, va' incontro ai messaggeri del re di Samaria. Di' loro: Non c'è forse un Dio in Israele, perché andiate a interrogare Baal-Zebub, dio di Ekròn?

2Re 1:4 Pertanto così dice il Signore: Dal letto, in cui sei salito, non scenderai, ma di certo morirai». Ed Elia se ne andò.

2Re 1:8 Risposero: «Era un uomo peloso; una cintura di cuoio gli cingeva i fianchi». Egli disse: «Quello è Elia il Tisbita!».

2Re 1:10 Elia rispose al capo della cinquantina: «Se sono uomo di Dio, scenda il fuoco dal cielo e divori te e i tuoi cinquanta». Scese un fuoco dal cielo e divorò quello con i suoi cinquanta.

2Re 1:12 Elia rispose: «Se sono uomo di Dio, scenda un fuoco dal cielo e divori te e i tuoi cinquanta». Scese un fuoco dal cielo e divorò quello con i suoi cinquanta.

2Re 1:13 Il re mandò ancora un terzo capo con i suoi cinquanta uomini. Questo terzo capo di una cinquantina andò, si inginocchiò davanti ad Elia e supplicò: «Uomo di Dio, valgano qualche cosa ai tuoi occhi la mia vita e la vita di questi tuoi cinquanta servi.

2Re 1:15 L'angelo del Signore disse a Elia: «Scendi con lui e non aver paura di lui». Si alzò e scese con lui dal re

2Re 1:17 Difatti morì, secondo la predizione fatta dal Signore per mezzo di Elia e al suo posto divenne re suo fratello Ioram, nell'anno secondo di Ioram figlio di Giòsafat, re di Giuda, perché egli non aveva figli.

2Re 2:1 Poi, volendo Dio rapire in cielo in un turbine Elia, questi partì da Gàlgala con Eliseo.

2Re 2:2 Elia disse a Eliseo: «Rimani qui, perché il Signore mi manda fino a Betel». Eliseo rispose: «Per la vita del Signore e per la tua stessa vita, non ti lascerò». Scesero fino a Betel.

2Re 2:4 Elia gli disse: «Eliseo, rimani qui, perché il Signore mi manda a Gerico». Quegli rispose: «Per la vita del Signore e per la tua stessa vita, non ti lascerò». Andarono a Gerico.

2Re 2:6 Elia gli disse: «Rimani qui, perché il Signore mi manda al Giordano». Quegli rispose: «Per la vita del Signore e per la tua stessa vita, non ti lascerò». E tutti e due si incamminarono.

2Re 2:8 Elia prese il mantello, l'avvolse e percosse con esso le acque, che si divisero di qua e di là; i due passarono sull'asciutto.

2Re 2:9 Mentre passavano, Elia disse a Eliseo: «Domanda che cosa io debba fare per te prima che sia rapito lontano da te». Eliseo rispose: «Due terzi del tuo spirito diventino miei».

2Re 2:11 Mentre camminavano conversando, ecco un carro di fuoco e cavalli di fuoco si interposero fra loro due. Elia salì nel turbine verso il cielo.

2Re 2:13 Quindi raccolse il mantello, che era caduto a Elia, e tornò indietro, fermandosi sulla riva del Giordano.

2Re 2:14 Prese il mantello, che era caduto a Elia, e colpì con esso le acque, dicendo: «Dove è il Signore, Dio di Elia?». Quando ebbe percosso le acque, queste si separarono di qua e di là; così Eliseo passò dall'altra parte.

2Re 2:15 Vistolo da una certa distanza, i figli dei profeti di Gerico dissero: «Lo spirito di Elia si è posato su Eliseo». Gli andarono incontro e si prostrarono a terra davanti a lui.

2Re 3:11 Giòsafat disse: «Non c'è qui un profeta del Signore, per mezzo del quale possiamo consultare il Signore?». Rispose uno dei ministri del re di Israele: «C'è qui Eliseo, figlio di Safat, che versava l'acqua sulle mani di Elia».

2Re 9:36 Tornati, riferirono il fatto a Ieu, che disse: «Si è avverata così la parola che il Signore aveva detta per mezzo del suo servo Elia il Tisbita: Nel campo di Izreèl i cani divoreranno la carne di Gezabele.

2Re 10:10 Constatate come neppure una parola che il Signore ha annunziato per mezzo del suo servo Elia, sia venuta meno; il Signore ha attuato quanto aveva predetto per mezzo di Elia, suo servo».

2Re 10:17 Entrò in Samaria, ove uccise tutti i superstiti della casa di Acab fino ad annientarla, secondo la parola che il Signore aveva comunicata a Elia.

1Cr 8:27 Iaaresia, Elia e Zikri erano figli di Ierocàm.

2Cr 21:12 Gli giunse da parte del profeta Elia uno scritto che diceva: «Dice il Signore, Dio di Davide tuo padre: Perché non hai seguito la condotta di Giòsafat tuo padre, né la condotta di Asa re di Giuda,

Esd 10:21 Dei figli di Carim: Maaseia, Elia, Semaia, Iechièl e Uzzia.

Esd 10:26 Dei figli di Elam: Mattania, Zaccaria, Iechièl, Abdi, Ieremòt ed Elia.

Giudit 8:1 In quei giorni venne a conoscenza della situazione Giuditta figlia di Merari, figlio di Oks, figlio di Giuseppe, figlio di Oziel, figlio di Elkia, figlio di Anania, figlio di Gedeone, figlio di Rafain, figlio di Achitob, figlio di Elia, figlio di Chelkia, figlio di Eliàb, figlio di Natanaèl, figlio di Salamiel, figlio di Sarasadai, figlio di Israele.

1Macc 2:58 Elia, poiché aveva dimostrato zelo ardente per la legge, fu assunto in cielo.

Sir 48:1 Allora sorse Elia profeta, simile al fuoco;
la sua parola bruciava come fiaccola.

Sir 48:4 Come ti rendesti famoso, Elia, con i prodigi!
E chi può vantarsi di esserti uguale?

Sir 48:12 Appena Elia fu avvolto dal turbine,
Eliseo fu pieno del suo spirito;
durante la sua vita non tremò davanti ai potenti
e nessuno riuscì a dominarlo.

Mal 3:23 Ecco, io invierò il profeta Elia prima che giunga
il giorno grande e terribile del Signore,

Mt 11:14 E se lo volete accettare, egli è quell'Elia che deve venire.

Mt 16:14 Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti».

Mt 17:3 Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui.

Mt 17:4 Pietro prese allora la parola e disse a Gesù: «Signore, è bello per noi restare qui; se vuoi, farò qui tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia».

Mt 17:10 Allora i discepoli gli domandarono: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia?».

Mt 17:11 Ed egli rispose: «Sì, verrà Elia e ristabilirà ogni cosa.

Mt 17:12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, l'hanno trattato come hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera loro».

Mt 27:47 Udendo questo, alcuni dei presenti dicevano: «Costui chiama Elia».

Mt 27:49 Gli altri dicevano: «Lascia, vediamo se viene Elia a salvarlo!».

Mc 6:15 Altri invece dicevano: «È Elia»; altri dicevano ancora: «È un profeta, come uno dei profeti».

Mc 8:28 Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista, altri poi Elia e altri uno dei profeti».

Mc 9:4 E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù.

Mc 9:5 Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!».

Mc 9:11 E lo interrogarono: «Perché gli scribi dicono che prima deve venire Elia?».

Mc 9:12 Egli rispose loro: «Sì, prima viene Elia e ristabilisce ogni cosa; ma come sta scritto del Figlio dell'uomo? Che deve soffrire molto ed essere disprezzato.

Mc 9:13 Orbene, io vi dico che Elia è già venuto, ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto, come sta scritto di lui».

Mc 15:35 Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: «Ecco, chiama Elia!».

Mc 15:36 Uno corse a inzuppare di aceto una spugna e, postala su una canna, gli dava da bere, dicendo: «Aspettate, vediamo se viene Elia a toglierlo dalla croce».

Lc 1:17 Gli camminerà innanzi con lo spirito e la forza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto».

Lc 4:25 Vi dico anche: c'erano molte vedove in Israele al tempo di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese;

Lc 4:26 ma a nessuna di esse fu mandato Elia, se non a una vedova in Sarepta di Sidone.

Lc 9:8 altri: «È apparso Elia», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti».

Lc 9:19 Essi risposero: «Per alcuni Giovanni il Battista, per altri Elia, per altri uno degli antichi profeti che è risorto».

Lc 9:30 Ed ecco due uomini parlavano con lui: erano Mosè ed Elia,

Lc 9:33 Mentre questi si separavano da lui, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui. Facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli non sapeva quel che diceva.

Gv 1:21 Allora gli chiesero: «Che cosa dunque? Sei Elia?». Rispose: «Non lo sono». «Sei tu il profeta?». Rispose: «No».

Gv 1:25 Lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque battezzi se tu non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?».

Rm 11:2 Dio non ha ripudiato il suo popolo, che egli ha scelto fin da principio. O non sapete forse ciò che dice la Scrittura, nel passo in cui Elia ricorre a Dio contro Israele?


Giac 5:17 Elia era un uomo della nostra stessa natura: pregò intensamente che non piovesse e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi.

Nessun commento:

Posta un commento

CRITERI DI MODERAZIONE UTILIZZATI PER I COMMENTI PUBBLICATI SUL BLOG NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA. https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2016/09/moderazione-commenti-sul-blog-nostra.html

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.