SULLA DIFFUSIONE DI TESTI DI PRESUNTE RIVELAZIONI PRIVATE. Comunicato Stampa della Congregazione per la Dottrina della Fede del 29 novembre 1996.

Link: https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2018/04/sulla-diffusione-di-testi-di-presunte.html


b

Questo post presente sul blog: https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/
pagina Facebok: https://www.facebook.com/Nostra-Signora-di-Anguera-192592854160608/
e Twitter: https://twitter.com/angueramessaggi è un interpretazione personale e non corrisponde necessariamente al vero significato dei messaggi, degli avvertimenti della Madonna al mondo e delle profezie annunciate da Nostra Signora ad Anguera.
Si consiglia di visitare il sito web ufficiale brasiliano del veggente Pedro Regis:
http://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/ e la pagina dedicata al commento delle profezie: http://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/cms/list/not%C3%ADcias
(Gestore sito web: ANSA - Associacao Nossa Senhora de Anguera).

lunedì 23 aprile 2018

LA FIRMA DI MARIA SULL' EUROPA: studio crono-geografico dove si uniscono i punti delle epifanie mariane nell’ ordine delle loro manifestazioni e si ricava la M in corsivo, e non una M qualunque, ma proprio quella della più classica grafia con cui si scrive il nome della Santa Vergine. 1830 Parigi (in Rue du Bac) 1846 – La Salette (Francia) 1858 – Lourdes (Francia) - 1871 Pontmain (Francia) - 1876 - Pellevoisin (Francia) - 1917 – Fatima (Portogallo) - 1932 – Beauraing (Belgio) - 1933 – Banneux (Belgio) - 1947 – Roma (alla grotta delle Tre Fontane) - 1953 – La lacrimazione a Siracusa (Italia) - 1981 – Medjugorje (Bosnia-Erzegovina) Profezie di Anguera n.90 – 4 ottobre 1988 – “Miei amati, non ho mai affermato in nessun luogo dove sono apparsa che vengo per salvare, poiché io posso solamente intercedere. Chiunque desidera essere salvato deve volgersi a Gesù Cristo. Molte persone criticano i miei messaggi. Non criticateli. Essi vengono da Dio e non dal diavolo, come dicono molti. Sono la Vergine Maria, miei piccoli figli, e sono qui per aiutarvi” – n. 422 – 2 luglio 1991 “Quindi recitate il rosario. Sono apparsa molte volte in diverse parti del mondo, invitando i miei poveri figli alla conversione e al pentimento. Sappiate, voi tutti, che il mondo oggi vive ancora grazie alla mia presenza” 1.758 - 29 giugno 2000 “L’umanità è alla vigilia di un grande castigo. Pregate. La preghiera sincera salverà l’umanità. Affrettatevi. Il tempo è breve. Quello che dovete fare, non rimandatelo a domani. Siate fedeli ai miei appelli e tutto finirà bene per voi” n. 884 - 6 dicembre 1994 . “Tutto deve compiersi così come è scritto nelle Sacre Scritture, ma non siate tristi. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà.” 3.328 - 5 giugno 2010. “CIÒ CHE VI HO RIVELATO QUI NON L’HO MAI RIVELATO PRIMA IN NESSUNA DELLE MIE apparizioni NEL MONDO. SOLO IN QUESTA TERRA DIO MI HA PERMESSO DI PARLARVI DEGLI AVVENIMENTI FUTURI. QUELLO CHE VI TRASMETTO QUI NON SARÀ MAI RIVELATO IN NESSUN ALTRO LUOGO DEL MONDO.”


POST DEL 1/2/2017

Perché tali fenomeni voluti da Dio Onnipotente e Libero, dovrebbero sottostare le leggi della matematica e della fisica? 
Perché tali fenomeni voluti da Dio Onnipotente e Libero, dovrebbero NON sottostare le leggi della fisica descritti dalla matematica?

Dio ha creato l’ universo e le sue leggi che lo regolano. Ha creato l’ uomo a sua immagine e somiglianza. La mente umana ha creato il linguaggio matematico che  permette di comprendere queste leggi dell’ Universo. Dio regola l’ Universo attraverso leggi fisiche che Lui stesso ha creato e che considera buone, vedi libro della Genesi capitolo primo. È come se la Vergine Maria avesse messo la sua firma sull'Europa. Ogni apparizioni mariana in Europa ha un suo significato specifico, ma la Madonna stessa a Medjugorje ha detto di essere venuta a Medjugorje per realizzare un piano che era iniziato a Fatima. Vogliamo trovare il filo rosso che unisce queste apparizioni. Un segno è appunto la Grafia M di Maria e la funzione matematica che affermano che luoghi e date non sono state scelte casuali ma causali.


QUALE E’ LO SCOPO DEI MESSAGGI DELLE APPARIZIONI MARIANE NEL MONDO?

Tutte le apparizioni mariane passate e presenti perseguono uno scopo generale come afferma un messaggio di Anguera:

 n. 422 – 2 luglio 1991  “ Sono apparsa 

molte volte in diverse parti del

 mondo, invitando i miei poveri figli

alla conversione e al pentimento.

Sappiate, voi tutti, che il mondo oggi 

vive ancora grazie alla mia presenza


CHI OSTACOLA I  MESSAGGI MARIANI NEL MONDO?

Chi ostacola non la divulgazione dei messaggi mariani ma la loro credibilità è Satana ed i suoi figli:

Messaggio di Anguera: 95 – 16 ottobre 1988
“Cari figli, satana, con i suoi espedienti, induce i miei figli innocenti a non credere alla mia presenza qui e a non conformarsi ai miei appelli, né agli appelli di mio Figlio nei santi Vangeli”

QUALE E’ IL PROGETTO DI MARIA SULL’ EUROPA?

Maria ha messo la sua firma sull' Europa fucina dell' Illuminismo e tutti i suoi errori filosofici e sociali, e del cristianesimo oramai in agonia. Queste 12 apparizioni Mariane europee, sono legate da un progetto comune specifico. Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria attraverso la consacrazione della Russia in una cerimonia solenne del Santo Padre in unione ai vescovi di tutto il mondo come chiese a Fatima.

PERCHE ANGUERA NON E’ MENZIONATA QUALE E’ IL SUO RUOLO?
PREPARARE AI GRAVI AVVENIMENTI CHE STANNO PER COLPIRE IL MONDO.

Anguera non è menzionata perchè fà parte di un progetto mariano differente: le nazioni del continente americano:

n. 3.328 - 5 giugno 2010  

"Ciò che vi ho 

rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in 

nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo 

in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi

 degli avvenimenti futuri. Quello che vi

 trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun 

altro luogo del mondo."

Pertanto, ogni messaggio profetico di Anguera non è riconducibile ai 10 segreti di Medjugorje anche se l’ obiettivo è comune: la conversione dei peccatori.

2 - 24 ottobre 1987
Figli miei, molti di voi mi chiamano spirito cattivo e addirittura dicono che non esisto. Io non sono ciò che pensate. Io sono la Madre del Salvatore e anche Madre vostra. Non ferite il mio cuore, esso è già ferito a sufficienza. Io non vengo per salvare, ma per prepararvi alla salvezza. Solo Uno può salvare: Gesù. Figli miei, convertitevi, convertitevi, convertitevi. Rimanete nella pace.

165 – 29 aprile 1989

Chiunque preghi il Rosario mi dona grande gioia, dunque pregate. Sono sempre attenta. Pregate e siate fedeli alle mie parole. Ascoltate ciò che la vostra Madre celeste sta dicendo, quando ella dolcemente vi ricorda come dovete prepararvi ai gravi avvenimenti che stanno per colpire il mondo. Lasciate che io vi guidi. Molti di voi sono vittime di tentazioni, dubbi e critiche riguardo alle mie apparizioni. Non amareggiate il mio Cuore con le vostre critiche e la vostra mancanza di fede.
90 – 4 ottobre 1988
Cari figli, satana sta oscurando i pensieri di molte persone, inducendole a non credere nella mia presenza qui. State attenti, satana sta facendo tutto ciò che è in suo potere per allontanarvi dal sentiero che porta a Dio. Pregate, pregate, pregate. Miei amati, non ho mai affermato in nessun luogo dove sono apparsa che vengo per salvare, poiché io posso solamente intercedere. Chiunque desidera essere salvato deve volgersi a Gesù Cristo. Molte persone criticano i miei messaggi. Non criticateli. Essi vengono da Dio e non dal diavolo, come dicono molti. Sono la Vergine Maria, miei piccoli figli, e sono qui per aiutarvi. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
422 – 2 luglio 1991
Cari figli. Oggi, ancora una volta, vi invito a pregare il Santo Rosario con amore e devozione. In questo modo riceverete grandi grazie dal mio Divin Figlio. Quindi recitate il rosario. Sono apparsa molte volte in diverse parti del mondo, invitando i miei poveri figli alla conversione e al pentimento. Sappiate, voi tutti, che il mondo oggi vive ancora grazie alla mia presenza. Vi chiedo di vivere sinceramente tutti i miei messaggi. Sono felice per tutto quello fate per me. Continuate ad aiutarmi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
884 - 6 dicembre 1994

Cari figli, oggi vi chiedo di pregare per il Papa. I momenti da me predetti stanno arrivando. Il mio diletto primogenito soffrirà molto e con Lui tutti quelli che sono fedeli a Cristo. Pregate adesso più che mai per la Chiesa del mio Gesù. Siate saldi. Non perdetevi d’animo. Abbiate coraggio, fede e speranza. Tutto deve compiersi così come è scritto nelle Sacre Scritture, ma non siate tristi. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. Pregate! Ascoltate la mia voce! Se farete ciò che chiedo, il mondo avrà di nuovo la pace. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.758 - 29 giugno 2000 (compleanno del veggente, la Madonna è apparsa nella cappella in costruzione)
Cari figli, siate difensori della verità e assumete con coraggio la vostra missione di cattolici. Il Signore ha bisogno di voi e vi chiama ad essere collaboratori del suo piano di salvezza. Non state con le mani in mano. Date il vostro contributo per la salvezza di tante anime lontane da Dio. L’umanità è alla vigilia di un grande castigo. Pregate. La preghiera sincera salverà l’umanità. Affrettatevi. Il tempo è breve. Quello che dovete fare, non rimandatelo a domani. Siate fedeli ai miei appelli e tutto finirà bene per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.328 - 5 giugno 2010
Cari figli, Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per annunciare che questi sono i tempi più dolorosi per l’umanità. Dio ha scelto questa terra e Mi ha inviata per chiamarvi alla conversione sincera. Non scoraggiatevi. Non tiratevi indietro. Dio ha bisogno di voi. Ciò che dovete fare, fatelo per la gloria di Dio, perché solo Lui vi ricompenserà per tutto ciò che avrete fatto in favore dei miei piani. Non ci sarà condanna eterna per coloro che accolgono i miei appelli. Annunciate a tutti che Dio ha fretta e che questo è il tempo della grazia. Ciò che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo. Dio ha scelto la Terra della Santa Croce (Brasile) per annunciare al mondo ciò che accadrà. Ho ancora nobili cose da rivelarvi. State attenti. Un fatto spaventoso accadrà nella penisola iberica e la morte verrà per i miei poveri figli. Pregate. Pregate. Pregate. Soffro per ciò che vi attende. Non voglio obbligarvi, ma ascoltatemi con amore. Desidero portarvi a Colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
Spagna

Padre Livio con Saverio Gaeta:
LA FIRMA DI MARIA

Al centro di questo libro-intervista fra Padre Livio Fanzaga e Saverio Gaeta c'è la ricerca e l'approfondimento del "filo rosso" che collega fra loro le varie apparizioni di Maria, al punto da comporre sulla mappa dell'Europa una grande "M" che sembra rappresentare il suo amorevole manto di protezione contro il male che oggi minaccia l'Occidente.


La "Firma di Maria" sull'Europa
TABELLA - A
APPARIZIONI MARIANE: SEQUENZA CRONOLOGICA PER ANNO=365 GIORNI
  • 1830 – 1 Parigi (in Rue du Bac) 5
  • 1846 – 2  La Salette (Francia)    6
  • 1858 – 3 Lourdes (Francia)      3
  • 1871 – 4 Pontmain (Francia)   1
  • 1876 – 5  Pellevoisin (Francia)  4
  • 1917 – 6 Fatima (Portogallo)   2
  • 1932 – 7 Beauraing (Belgio) 7
  • 1933 – 8 Banneux (Belgio)  8
  • 1947 – 9  Roma (alla grotta delle Tre Fontane) 9
  • 1953 – 10  La lacrimazione a Siracusa (Italia)    10
  • 1981 – 11  Medjugorje (Bosnia-Erzegovina)    11



TABELLA - B
APPARIZIONI MARIANE: SEQUENZA GEOGRAFICA SEGUENDO LA GRAFIA M
  • 1871 – 1 Pontmain (Francia)   4
  • 1917 – 2 Fatima (Portogallo)   6
  • 1858 – 3 Lourdes (Francia)      3
  • 1876 – 4  Pellevoisin (Francia)  5
  • 1830 – 5 Parigi (in Rue du Bac) 1
  • 1846 – 6  La Salette (Francia)    2
  • 1932 – 7 Beauraing (Belgio) 7
  • 1933 – 8 Banneux (Belgio)  8
  • 1947 – 9  Roma (alla grotta delle Tre Fontane) 9
  • 1953 – 10  La lacrimazione a Siracusa (Italia)    10
  • 1981 – 11  Medjugorje (Bosnia-Erzegovina)    11
TABELLA - C
APPARIZIONI MARIANE: SEQUENZA LEGGE MATEMATICA LINEARE Tempi’, come fossero anni ‘celesti’ fatti di 868 giorni, a differenza degli anni ‘terrestri’ fatti di 365 giorni
  • 1830 – 1 Parigi (in Rue du Bac) 5   NON ANALIZZATA
  • 1846 – 2  La Salette (Francia)    6
  • 1858 – 3 Lourdes (Francia)      3
  • 1871 – 4 Pontmain (Francia)   1
  • 1876 – 5  Pellevoisin (Francia)  4  NON ANALIZZATA
  • 1917 – 6 Fatima (Portogallo)   2
  • 1932 – 7 Beauraing (Belgio) 7
  • 1933 – 8 Banneux (Belgio)  8
  • 1947 – 9  Roma (alla grotta delle Tre Fontane) 9
  • 1953 – 10  La lacrimazione a Siracusa (Italia)  10 NON ANALIZZATA
  • 1981 – 11  Medjugorje (Bosnia-Erzegovina)    11
TABELLA - D
APPARIZIONI MARIANE: CORRISPONDENZA TRA
SEQUENZA CRONOLOGICA PER ANNO =365 GIORNI
 GEOGRAFICA SEGUENDO LA GRAFIA M  
LEGGE MATEMATICA LINEARE TEMPO=ANNO CELESTE= 868 GIORNI
  • 1830 – 1 Parigi (in Rue du Bac) 5   NON ANALIZZATA
  • 1846 – 2  La Salette (Francia)    6
  • 1858 – 3 Lourdes (Francia)      3
  • 1871 – 4 Pontmain (Francia)   1
  • 1876 – 5  Pellevoisin (Francia)  4  NON ANALIZZATA
  • 1917 – 6 Fatima (Portogallo)   2
  • 1932 – 7 Beauraing (Belgio) 7
  • 1933 – 8 Banneux (Belgio)  8
  • 1947 – 9  Roma (alla grotta delle Tre Fontane) 9
  • 1953 – 10  La lacrimazione a Siracusa (Italia)  10 NON ANALIZZATA
  • 1981 – 11  Medjugorje (Bosnia-Erzegovina)    11
Dal punto di vista cronologico, poi, con la recente morte di Suor Lucia di Fatima, ci troviamo esattamente nel momento in cui da Rue du Bac (1830) a Fatima (1917) e da Fatima alla morte di Suor Lucia (2005) intercorre la metà del tempo, ossia 87 anni. Anguera – (Brasile) Anno 2005, inizio massivo di messaggi con contenuto profetico di stampo catastrofico e apocalittico, in media tre volte alla settimana.

 CLICCA CON IL MOUSE IL LUOGO EVIDENZIATO DI COLORE GIALLO PER ACCEDERE ALLA PAGINA DI APPROFONDIMENTO.

 Il momento verrà, il pericolo sarà grande, si crederà tutto perduto. Allora io sarò con voi

1)      (Parigi 1830) LA “ MEDAGLIA MIRACOLOSA” DI RUE DU BAC
Dal 19/07/1830 al 1831
Santa Caterina Labourè
Francia
Madonna

Se il mio popolo non vuole sottomettersi, sono costretta a lasciar cadere il braccio di mio Figlio
2)      (La Salette 1846) LA “ BELLA SIGNORA” ADDOLORATA
19 Settembre 1846
Melania Calvat Massimino Giraud
Francia
Conciliatrice dei peccatori

Penitenza!, Penitenza! Penitenza! Non vi prometto di farvi felici in questo mondo, ma nell’ altro
3)      (Lourdes 1858) L’ “IMMACOLATA CONCEZIONE” DELLA GROTTA
dall'11 Febbraio al 16 Luglio 1858
Bernadette Soubirous
Francia
Immacolata Concezione

Pregate, figli miei. Dio vi esaudirà in poco tempo. Mio Figlio si lascia commuovere
4)      (Pontmain 1871) IL SILENZIO DI “NOSTRA SIGNORA DELLA SPERANZA”
17 Gennaio 1871
Eugenio e Giuseppe
Francia
Nostra Sig.ra della Francia (o di Pontmain)

Sono tutta misericordiosa e padrona di mio figlio.. Io scelgo i piccoli e i deboli
5)      (Pellevoisin 1876) LA “MADRE DELLA MISERICORDIA” INVITA ALLA CALMA
Dal 14 Febbraio al 15 Dicembre del 1876
Estelle Faguette
Francia

Il santo Padre mi consacrerà la Russia che si convertirà e sarà concesso al mondo un periodo di pace-
6)      (Fatima 1917) LA “SIGNORA DI LUCE” DEL TERZO SEGRETO
Dal 13 Maggio al 13 Ottobre del 1917
Lucia Santos, Francesco e Giacinta Marto
Portogallo
Nostra Signora del Santo Rosario

Sono la Madre di Dio, la Regina del cielo. Io convertirò i peccatori.
7)      (Beauraing 1932) LA “ REGINA DEL CIELO CHE CONVERTE I PECCATORI”
dal 29 Novembre 1932 al 3 Gennaio 1933
cinque bambini
Belgio
Regina del cielo e Vergine dal Cuore d'Oro

Sono la Vergine dei poveri e vengo ad alleviare la sofferenza
8)      (Banneaux 1933) LA SORGENTE DELLA “VERGINE DEI POVERI”
dal 15 Gennaio al 2 Marzo 1933
Mariette Beco
Belgio
Vergine dei poveri

Sono colei che sono nella Trinità divina. Sono la Vergine della rivelazione.
9)      (Roma 1947) LA “VERGINE DELLA RIVELAZIONE” ALLE TRE FONTANE
12 Aprile 1947
Bruno Cornacchiola ed i tre figli Isola,Carlo e Gianfranco.
Italia
Vergine della Rivelazione

Lacrime di speranza, che sciolgono la durezza dei cuori e li aprono all’ incontro con Cristo redentore.
10)    (Siracusa 1953) LE LACRIME DEL “CUORE IMMACOLATO DI MARIA”

Madonna delle Lacrime

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Santuario della Madonna delle Lacrime (Siracusa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l’ ultima volta.
11)   (Medjugorje 1981) LA “REGINA DELLA PACE DEI DIECI SEGRETI
Dal 24 Giugno 1981 ad oggi
Jakov, Vicka, Marja, Ivan, Ivanka, Mirjana
Ex Jugoslavia
Regina della Pace

Sono la Regina della Pace e desidero che tutti i miei figli stiano al mio fianco per vincere insieme un grande male che può abbattersi sul mondo
12)   (Anguera 1987) IL TEMPO DELLA GRANDE BATTAGLIA TRA LA DONNA VESTITA DI SOLE ED IL DRAGONE ROSSO

1 - 10 ottobre 1987
Sono la Regina della Pace e desidero che tutti i miei figli stiano al mio fianco per vincere insieme un grande male che può abbattersi sul mondo. Per far sì che tale male non accada, però, dovete pregare e avere fede. Figli miei, desidero la conversione di tutti il più velocemente possibile. Il mondo corre grandi pericoli, e per liberarvi da questi pericoli dovete pregare, convertirvi e credere nella Parola del Creatore, perché pregando troverete la pace per il mondo. Figli miei, molti di voi vanno in chiesa, ma non vanno con il cuore limpido, vanno senza fede. Molti vanno solamente per mostrarsi cattolici e sono in grave errore. Dovete seguire un solo cammino: quello della VERITÀ. Ci sono figli che non hanno imparato a perdonare, ma dovete perdonare il vostro prossimo. L’inimicizia è opera di satana, che si sente felice quando riesce a separare un fratello dall’altro. Per questo vi prego con tutto il mio cuore, che arde in fiamme: convertitevi, pregate e imparate a perdonare il vostro prossimo.

41 – 28 maggio 1988
Cari figli, io sono la donna vestita di sole. Voi vivete nel tempo della grande battaglia contro il mio avversario, il dragone rosso, che va alla ricerca di tutti i mezzi possibili per condurvi sulla via della perdizione. Cari figli, molti di voi abbandoneranno la luce della vita per trovare l’oscurità. Perché? Deve esserci un’autentica riconciliazione tra gli uomini affinché il mondo trovi quella pace desiderata per tutti voi. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Rimanete nella pace.
1.710 - 7 marzo 2000
Cari figli, ecco il tempo delle grandi tribolazioni. Si compie nei vostri giorni quello che molti profeti annunciarono in passato. Sappiate che si avvicina il grande giorno del Signore. Vi chiedo di stare attenti e di cercare di rifugiarvi nel mio Cuore Immacolato attraverso la vostra consacrazione a me. Sono venuta dal cielo per prepararvi. Vi chiedo di essere docili alla mia chiamata. Se vivete i miei appelli, la vostra vita sarà trasformata e sarete capaci di contribuire alla piena realizzazione dei miei progetti. Dio ha fretta e non potete stare con le mani in mano. Quello che dovete fare, non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.721 - 4 aprile 2000
Cari figli, il peccato è entrato nel cuore dei miei poveri figli, portandoli a una triste cecità spirituale. La contaminazione è arrivata perfino all’interno della mia Chiesa. Oggi molti dei miei consacrati non accettano più la vera dottrina. Arrivano addirittura a negare quello che dice il successore di Pietro, Papa Giovanni Paolo II. Ogni giorno cresce il numero di coloro che celebrano l’Eucaristia ma non credono più. L’apostasia è diventata chiara all’interno della Chiesa e così i miei poveri figli si disperdono, abbracciando false dottrine. È arrivata la vostra ora. Siate difensori della verità. Non permettete che niente e nessuno vi allontani dall’amore misericordioso di Gesù. Quello che i profeti hanno annunciato in passato si sta già compiendo. Vi chiedo di stare attenti. Siate del Signore. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Italia

1.835 - 25 dicembre 2000
Cari figli, sono felice che siate qui. Dio vi benedica e vi ricolmi delle sue grazie. Vivete ora il tempo della Misericordia del Padre. Sappiate che il Signore desidera la vostra salvezza eterna, ma voi non potete vivere nel peccato. Il Signore vi ama e vi vuole. Non fuggite da Lui, ma siate fedeli alla sua chiamata di amore. L’umanità è diventata povera spiritualmente e non sa più dove andare. Sono venuta dal cielo per indicarvi il cammino. Dite a tutti che Gesù è la soluzione per tutti i mali dell’umanità. Pregate. La preghiera sincera e perfetta salverà l’umanità. Non state con le mani in mano. Rallegratevi, perché Gesù è molto vicino a voi. Se vi convertite, riceverete una ricompensa immensa. Ciò che il Signore ha preparato per i suoi, gli occhi umani non l’hanno mai visto. Affrettatevi, perché camminate verso il futuro annunciato da secoli dai Profeti. Vedrete nuovi cieli e nuove terre e tutti vivranno felici. Desidero il bene di tutti e chiedo che ciascuno di sforzi per poter dire, un giorno: “non sono più io che vivo, è Cristo che vive in me”. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

2.888 - 11/09/2007
Cari figli, rallegratevi nel Signore. Confidate in lui che è il vostro bene assoluto e sa cosa vi è necessario. Egli compirà le sue promesse in favore dei suoi. La terra sarà trasformata e gli uomini vedranno la mano potente di Dio agire. Ciò che i grandi profeti annunciarono sarà realizzato. Non ci sarà angoscia né morte. Coraggio. La vostra vittoria è nel Signore. Cercate forza nella preghiera, nell’Eucaristia e nella Parola di Dio. Accogliete anche i miei appelli. Ciò che vi dico è il desiderio del Signore per le vostre vite. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.091 - 06/12/2008

DATE - PROFEZIE DELLA MADONNA DI ANGUERA: DICEMBRE DI DOLORE - ANNUNCIATO DAGLI UOMINI SAPIENTI (Messaggio n. 2.585 del 08/10/2005) - LA GRANDE LUCE O "SECONDO SOLE, IL "GRANDE SEGNO" della Madonna di Anguera. Messaggio 3.199 del 11/08/09 - (annunciato dai Profeti, messaggio 3.091 del 06/12/2008); CALVARIO DEL SANTO PADRE a Santo Stefano (messaggio 2.996 del 13/05/08); ASCESA DELL' ANTICRISTO (Messaggio n. 2.532 del 05/06/2005); IL "GRANDE TERREMOTO" avverrà di venerdì' (messaggio 2.569 del 01.09.05); DIO invierà IL "GRANDE SEGNO" e gli uomini vedranno di giovedì (Messaggio 2.572 del 8/9/05); UN LUNEDI' avverrà il miracolo dell' esame di coscienza nel nostro cuore (messaggio n. 2.665 del 08/04/2006); IL "GRANDE MIRACOLO" avverrà di domenica (messaggio n. 3.205 del 25/08/09); LA MARCIA DEL FALSO PROFETA CONTRO IL VATICANO - IN QUEL GIORNO SARA' VISIBILE UNA ECLISSI LUNARE (Messaggio 2.975 del 23/03/2008).


Cari figli, io vi amo come siete e voglio dirvi che siete importanti per la realizzazione dei miei piani. Aiutatemi. Ho bisogno di voi. Non tiratevi indietro. Il Signore vi ha scelti per essere strumenti della sua grazia. Abbiate coraggio. Ecco i tempi difficili per l’umanità. Vivete in un mondo peggiore di quello del diluvio. Inginocchiatevi in preghiera, perché solo così potete comprendere i disegni di Dio per le vostre vite. Dopo tutta la tribolazione che il Signore permetterà alla sua Chiesa, verrà la grande vittoria. Il Signore asciugherà le lacrime dei suoi fedeli che attraverseranno il doloroso cammino della tribolazione. Tra la passione e la resurrezione, i profeti verranno e annunceranno al mondo il grande segnale. Io sono vostra Madre e desidero vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.099 - 25/12/2008
Cari figli, rallegratevi nel Signore e sperate in lui con totale fiducia. Il Signore non è lontano da voi. Aprite i vostri cuori e sarete capaci di sentire la presenza del mio Gesù nelle vostre vite. Egli è il Redentore del mondo e senza di lui non potete raggiungere la salvezza. Accogliete Gesù, perché siete il suo popolo eletto e amato con un amore senza limiti. L’umanità rifiuta ogni giorno il Salvatore e i miei poveri figli si perdono in numero sempre maggiore. Sappiate che questi sono i tempi più difficili per l’umanità. La Chiesa del mio Gesù ha bisogno delle vostre preghiere. Pregate sempre per la Chiesa. Essa sperimenterà, dopo tutta la tribolazione, la gioia dei profeti che annunciarono e videro il Salvatore. Ad essa, il mio Gesù ha affidato i mezzi necessari alla salvezza. Restate con la Chiesa. Essa sarà vittoriosa, e coloro che saranno rimasti fedeli fino alla fine contempleranno il mio Gesù e riceveranno da lui la ricompensa dei giusti. Coraggio. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.177 - 23/06/2009
Cari figli, annunciate Gesù. L’umanità ha bisogno di conoscere l’amore del Signore e voi siete chiamati a contribuire alla salvezza delle anime. L’umanità vive lontana dal Creatore e cammina verso l’abisso dell’autodistruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani. Tornate. Il vostro Dio ancora vi aspetta. Non tiratevi indietro. Cercate forza nella preghiera e nell’Eucarestia, perché solo così potete sperimentare la vittoria di Dio. Nella grande tribolazione per gli uomini, Dio invierà i profeti per orientare gli eletti. Giorni difficili verranno per l’umanità. La terra si agiterà e si solleverà come le onde del mare. Sarà questa la grande catastrofe per l’umanità. Pregate. Soffro per ciò che vi attende. Avanti lungo il cammino che vi ho indicato. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.328 - 5 giugno 2010
Cari figli, Io sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per annunciare che questi sono i tempi più dolorosi per l’umanità. Dio ha scelto questa terra e Mi ha inviata per chiamarvi alla conversione sincera. Non scoraggiatevi. Non tiratevi indietro. Dio ha bisogno di voi. Ciò che dovete fare, fatelo per la gloria di Dio, perché solo Lui vi ricompenserà per tutto ciò che avrete fatto in favore dei miei piani. Non ci sarà condanna eterna per coloro che accolgono i miei appelli. Annunciate a tutti che Dio ha fretta e che questo è il tempo della grazia. Ciò che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo. Dio ha scelto la Terra della Santa Croce (Brasile) per annunciare al mondo ciò che accadrà. Ho ancora nobili cose da rivelarvi. State attenti. Un fatto spaventoso accadrà nella penisola iberica e la morte verrà per i miei poveri figli. Pregate. Pregate. Pregate. Soffro per ciò che vi attende. Non voglio obbligarvi, ma ascoltatemi con amore. Desidero portarvi a Colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
Spagna

3.252 - 12 dicembre 2009
Cari figli, aprite i vostri cuori alla Luce del Signore. Siate docili, perché solo così potete sperimentare la presenza di mio Figlio Gesù in questo Natale. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Non permettete che le cose di questo mondo vi allontanino dal Signore. Restate saldi nella preghiera. Senza preghiera non potete comprendere la Mia presenza in mezzo a voi. Io sono vostra Madre e voglio dirvi che siete scelti e amati con un amore senza limiti. Sforzatevi e portate a tutti i miei appelli. Sono venuta dal cielo per prepararvi. Si avvicinano giorni di sofferenza. Non perdete la vostra fiducia. I profeti di un tempo torneranno e annunceranno il giorno del grande avviso. Dio vi darà l’opportunità di pentirvi. State attenti. Quello che dovete fare non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


3.252 - 12 dicembre 2009
Cari figli, aprite i vostri cuori alla Luce del Signore. Siate docili, perché solo così potete sperimentare la presenza di mio Figlio Gesù in questo Natale. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Non permettete che le cose di questo mondo vi allontanino dal Signore. Restate saldi nella preghiera. Senza preghiera non potete comprendere la Mia presenza in mezzo a voi. Io sono vostra Madre e voglio dirvi che siete scelti e amati con un amore senza limiti. Sforzatevi e portate a tutti i miei appelli. Sono venuta dal cielo per prepararvi. Si avvicinano giorni di sofferenza. Non perdete la vostra fiducia. I profeti di un tempo torneranno e annunceranno il giorno del grande avviso. Dio vi darà l’opportunità di pentirvi. State attenti. Quello che dovete fare non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.
3.419 - 1 gennaio 2011 (1° messaggio del giorno)


Cari figli, sono la Regina della Pace e sono venuta dal cielo per portarvi la pace. Camminate verso un futuro di grandi prove. Entrate ora nel tempo annunciato da secoli dai profeti. Ecco i tempi dei dolori per l’umanità. Inginocchiatevi in preghiera. Il futuro vi riserva anche scoperte straordinarie attese dagli uomini. Rallegratevi, perché il Signore è al vostro fianco e solo nella sua grazia troverete la salvezza. La Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Vivrà il calvario a causa delle persecuzioni e il dolore sarà grande per gli uomini e le donne di fede. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della fede. Solo con la forza della preghiera potete restare fedeli a mio Figlio Gesù e alla Santa dottrina. Voglio condurvi alla santità. Aprite i vostri cuori alla mia chiamata e imitate mio Figlio Gesù in tutto. Il re conoscerà una grande sofferenza e il suo trono sarà scosso. Pregate, pregate, pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

3.668 - 18 giugno 2012
Cari figli, rallegratevi, perché appartenete al Signore. Non vivete fermi nel peccato. Il mio Gesù vi attende a braccia aperte. Tornate in fretta. Ecco il tempo della grazia per ciascuno di voi. Cercate forza nella preghiera. Ogni mattina chiamate Gesù e nelle Sue Parole troverete forza per il vostro cammino. Dite a tutti che Dio ha fretta. L’umanità vive lontana dal Creatore e i miei poveri figli camminano come ciechi alla guida di altri ciechi. Aprite i vostri cuori alla grazia di Dio. Riempitevi di speranza e non perdetevi d’animo. Siate giusti. Mio Figlio Gesù ha preparato per i suoi eletti quello che molti profeti desiderarono ma non videro. La Terra sarà trasformata e i miei poveri figli vivranno nella pace. Date il meglio di voi nella missione che il Signore vi ha affidato. Arriverà il giorno della grande vittoria per i miei devoti. Nella grande tribolazione Io verrò a voi e vi condurrò su un cammino sicuro. Non ci sarà sconfitta per i miei devoti. Pregate. Non voglio obbligarvi, ma ascoltatemi. Io vi amo come siete e voglio vedervi felici già qui sulla Terra e più tardi con me in Cielo. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

 

Dalla presentazione andata in onda a Radio Maria

Padre Livio Fanzaga con Saverio Gaeta
LA FIRMA DI MARIA
Dalla Medaglia Miracolosa a Medjugorje.
Il filo rosso delle apparizioni mariane.

Edizioni Sugarco – 2005
 Ascolta la presentazione
durata: 90 minuti circa
PADRE LIVIO – Cari amici, questa sera vorrei presentarvi il libro La Firma di Maria, un libro intervista realizzato dal giornalista Saverio Gaeta e dal sottoscritto. Si tratta di un libro che abbiamo realizzato insieme perché riflettendo sulle apparizioni della Madonna in questi ultimi due secoli a partire da Parigi con la apparizione a Rue du Bac nel 1930 fino ad oggi ci siamo chiesti se fosse possibile individuare un piano di Maria che si è sviluppato in questo tempo della modernità, un piano di amore e di misericordia. Infatti non dobbiamo dimenticare che quando la Madonna appare non è mai per preannunciarci sciagure bensì per aiutarci in momenti difficili. Le sue apparizioni sono sempre un segno di grazia e aprono il cuore alla speranza e a uno sguardo di fiducia per quanto riguarda il futuro. Saverio Gaeta ed io abbiamo dunque riflettuto su questa realtà delle apparizioni mariane che si sono concentrate in questi ultimi due secoli in Europa. Ciò non significa che non ci siano state apparizioni mariane anche altrove, ma queste sono state piuttosto locali – come ad esempio a Kibeho in Africa – e non di risonanza universale come quelle avvenute in Europa. Per cui ci siamo chiesti per quale motivo la Madonna ha voluto fare dell'Europa il continente della sua predilezione. A questo abbiamo cercato di dare una risposta, prima di tutto presentando ogni apparizione nella sua peculiarità, nel suo messaggio e nel contesto storico in cui è avvenuta, ma non c'è dubbio che in questi ultimi due secoli si dipana un piano materno di Maria che ha una sua strategia. Saverio Gaeta si è reso conto che se noi puntiamo sulla cartina dell'Europa le località delle principali apparizioni mariane e le uniamo tra loro con una riga tracciamo una "M" che si stende sull'Europa. Da questo deriva il titolo del libro: La Firma di Maria. È come se la Vergine Maria avesse messo la sua firma sull'Europa. Saverio, come ti è venuta questa idea?
SAVERIO GAETA – Buona sera a tutti gli ascoltatori. È ovvio che la scelta di mostrare in questa maniera le apparizioni non deriva da me. Vorrei ricordare questa citazione che mi è sempre molto piaciuta: "il caso è il nome che Dio e la Madonna si danno quando vogliono essere un pò anonimi e mascherare la Provvidenza". Ed è evidente che queste singole apparizioni non sono eventi casuali, anzi. Le potremmo chiamare anche le "dodici stelle di Maria", facendo riferimento alle dodici stelle della bandiera d'Europa. Quando fu scelta quella bandiera – ormai 50 anni fa – non erano 12 i paesi che facenavo parte dell'Europa, ma fu scelto un numero simbolico che è poi quello dell'Antico Testamento delle 12 tribù d'Israele (e dunque dell'antica alleanza), ma anche i 12 apostoli del Nuovo Testamento. Le "dodici stelle" su sfondo blu sono il simbolo mariano che deriva proprio dalla Madonna della Medaglia Miracolosa, cioé dalle dodici stelle che incorniciavano la Madonna di Rue du Bac. A me è dunque venuto in mente di segnare sulla cartina le 12 apparizioni che abbiamo nominato e ho visto che usciva una «M», un po' come si fa con quei giochi che vengono pubblicati sui settimanali di enigmistica. Non credo si tratti di un qualcosa di casuale, bensì credo che risponda a quel piano di Maria che tu indicavi, e che intende proteggere questo nostro continente di antica cristianità che per secoli è stato fedele al Cristianesimo ma che negli ultimi due secoli, in particolare dalla Rivoluzione Francese in avanti, sembra aver perso questo segno. E sappiamo bene come anche il fatto di non aver inserito le radici cristiane nella Costituzione Europea sia un fatto significativo in tal senso. Proprio in questa chiave sono venito ad intervistarti.
PADRE LIVIO Padre René Laurentin spreca pagine per dire che bisogna fare attenzione a non collegare fra loro le apparizioni mariane e che ognuna ha un suo significato specifico. Certamente sono d'accordo con lui per quanto riguarda il fatto che ogni apparizione ha una sua peculiarità, un suo messaggio e che la Madonna si presenta con vestiti diversi e con simbologie diverse, ma la Madonna stessa a Medjugorje ha detto di essere venuta a Medjugorje per realizzare un piano che era iniziato a Fatima. Quindi è giusto a mio parere parlare di un filo rosso che unisce queste apparizioni. Se vogliamo trovare dunque degli elementi che ci aiutano a capire che esiste un piano di Maria, credo sarebbe importante far riferimento a San Luigi Maria Grignion de Montfort. Costui, all'inizio del 1700, fu il profeta di quel periodo che lui chiamava "gli ultimi tempi". Questi tempi però non vanno intesi come i tempi della fine del mondo, bensì come quei tempi particolari di grande epifania di Maria in cui gli apostoli di Maria avrebbero affrontato il dragone infernale con la spada della Parola di Dio, con la mortificazione, con in mano la croce nella mano destra e il rosario nella mano sinistra: noi riconosciamo tra gli apostoli di questi ultimi tempi il grande Papa Giovanni Paolo II. Il Monfort aveva profetizzato che questi ultimi tempi sarebbero stati prossimi, però – per caso della sorte – il suo libro finì rinchiuso in un baule e venne alla luce soltanto nel 1842, quindi ben 12 anni dopo l'apparizione del 1830 a Parigi e nel momento in cui erano già iniziati i tempi di Maria. A me ha sempre fatto molto impressione come Jean Guitton, grande credente, filosofo e accademico di Francia, molto sottile dal punto di vista razionale, si chiedesse nel suo libro dedicato alla Medaglia Miracolosa se a Parigi non fossero già iniziati con questa apparizione i tempi escatologici di cui parla il Monfort. Per "tempi escatologici" non si intende però la "fine del mondo", ma – come abbiamo già detto – un tempo particolarmente intenso di lotta tra bene e male. Io credo che queste 12 apparizioni vadano collocate in quei tempi che il Monfort chiama "gli ultimi tempi" e che la Madonna a Medjugorje chiama "il suo tempo" («questo tempo è il mio tempo», messaggio del 25 gennaio 1997). Questo è dunque quel filo rosso che unisce tutte queste apparizioni: si tratta dei tempi di Maria, della sua presenza, degli apostoli di Maria e della sua vittoria.
SAVERIO GAETA Io aggiungerei a quello che hai detto che la scelta di queste 12 apparizioni non è stata una nostra scelta, ma abbiamo individuato quello che la Chiesa Cattolica, o a livello centrale romano o a livello periferico dei vescovi diocesani, ha ritenuto essere autentiche. Sono le 12 apparizioni che sono ritenute effettivamente il segno della presenza di Maria tra noi, anche se le ultime due, ossia Civitavecchia e Medjugorje, non fanno parte di questo riconoscimento per un motivo molto pratico: a Medjugorje le apparizioni sono tutt'ora in corso e la Chiesa ha difficoltà ad approvare una apparizione quando ancora non è conclusa per il semplice fatto che teoricamente domani un messaggio potrebbe non essere in linea con il resto dei messaggi e pertanto la Chiesa solitamente preferisce far passare un certo tempo dalla chiusura delle apparizioni prima di prenderle in esame. Allo stesso modo la Chiesa non può approvare Civitavecchia fintanto che non approverà Medjugorje. Ciò accade perché il riconoscimento di Civitavecchia, dove ha lacrimato una madonnina proveniente da Medjugorje, rappresenterebbe una sorta di approvazione implicita anche delle apparizioni di Medjugorje. Queste ultime due manifestazioni non sono dunque approvate formalmente, ma il numero dalle conversioni, dei matrimoni recuperati e delle grazie che hanno ricevuto i fedeli che vanno in pellegrinaggio in questi luoghi costituiscono forse la testimonianza più concreta della veridicità di questi fatti. Dal punto di vista cronologico, poi, con la recente morte di Suor Lucia di Fatima, ci troviamo esattamente nel momento in cui da Rue du Bac (1830) a Fatima (1917) e da Fatima alla morte di Suor Lucia (2005) intercorre la metà del tempo, ossia 87 anni. Quello che è successo a Fatima, e di cui Suor Lucia è stata testimone, è stato come uno spartiacque in un momento della storia in cui vi è come una parabola che si sta completando a Medjugorje (dove la Vergine avrebbe detto: «Sono venuta a Medjugorje per completare quello che ho iniziato a Fatima», messaggio del 25 agosto 1991). Cosa ci aspetta per il futuro non lo sappiamo, ma sappiamo che dobbiamo essere pronti a testimoniare la nostra fede e a viverla fino in fondo. Ecco, io oserei dire che questo libro permetterà a tutti i lettori di scoprire tutto ciò che c'è dietro a Medjugorje, a Fatima, a Lourdes e via via andando indietro nel tempo alle altre apparizioni mariane, comprendendo perché la Vergine a Medjugorje sta dando così tanti messaggi, i quali non sono dei messaggi strani o che nascondono qualcosa, ma che si fondano proprio su questa storia, una storia fatta di richieste di conversione, di penitenza, di pace e di perdono.
PADRE LIVIO – Il primo pellegrinaggio mariano che ho fatto è stato a Medjugorje, solo successivamente sono stato a Lourdes, a Fatima, ecc. , così come descrivo nell'altro libro intitolato Pellegrino a quattro ruote. Sono dunque convinto che i lettori, leggendo queste pagine, sperimenteranno quello che anche io ho sperimentato, cioé che la Madonna ad ogni apparizione è come se aprisse una nuova sorgente di acqua viva perenne che ancora oggi ci dissetano. Ad esempio il messaggio della apparizione a La Salette in merito alla santificazione della domenica è di una attualità straordinaria. Per questo abbiamo cercato di attualizzare tutti i messaggi che la Madonna ha dato in questi ultimi due secoli in modo.
(trascrizione A. G.)

 GLI AUTORI
Padre Livio Fanzaga (Dalmine, 1940) entrato nell'ordine religioso dei Padri Scolopi, consegue il dottorato in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana (1966) e in Filosofia presso l'Università Cattolica di Milano (1969). Svolge per alcuni anni il ministero nella Parrocchia San Giuseppe Calasanzio di Milano, impegnandosi soprattutto nella pastorale giovanile. Dal 1987 è direttore di Radio Maria. Fra i suoi libri mariani più recenti, ricordiamo: Sui passi di Bernadette (Sugarco, 2000), Maria nel cammino di santità. Commento al «Segreto di Maria» di san Luigi Maria da Montfort(San Paolo, 2002), L'avvenimento del secolo. La Madonna si è fermata a Medjugorje(Sugarco, 2005).
Saverio Gaeta (Napoli, 1958) è caporedattore del settimanale «Famiglia Cristiana». In precedenza ha lavorato per il mensile «Jesus» e per il quotidiano «L'Osservatore Romano». Collabora con «Radio Maria», «Vita Pastorale», «Il Messaggero di Sant'Antonio» e «Il Timone». Ha insegnato giornalismo in alcune Università pontificie e Istituti di scienze religiose. Per Piemme ha pubblicato il bestseller II segreto di Madre Teresa (2002), La Madonna è tra noi. Ecco le prove (2003), Giovanni Paolo II. Autobiografia del cuore (2003), Miracoli. Quando la scienza si arrende (2004) e I miracoli dei bambini (2006). Ha inoltre curato il libro-intervista con il card. José Saraiva Martins Come si fa un santo (2005).


Le apparizioni mariane obbediscono ad una legge matematica lineare?
04 GENNAIO 2012


E’ da anni ormai che ho sottomano un libro (1) che contiene una tesi sbalorditiva: le apparizioni mariane sarebbero legate tra loro obbedendo ad una legge cronologica matematica lineare, e quindi sarebbero interdipendenti! 

Da tempo mi ero riproposto di controllare se la tesi sostenuta  fosse corroborata o meno dai dati sperimentali e fosse quindi scientificamente valida. Finalmente, in questo periodo di riposo natalizio, mi sono deciso a farlo: ebbene, secondo i dati posseduti e dai controlli che ho fatto, sembra proprio che la cosa si possa confermare, almeno nei limiti delle incertezze con cui questi dati sono conosciuti! 



Ma andiamo con ordine.



Nascita dell’ipotesi

Nel libro “…. e i suoi non la ricevettero” (edizioni Segno)  l’autore ingegnere spagnolo Carlos Vidal Martinez, deceduto il 12 ottobre 1994, dice che gli venne l’idea di fare calcoli sulle date delle apparizioni dal momento in cui trovò un risultato sorprendente: il numero di giorni che intercorre tra la manifestazione mariana de La Salette, in Francia, il 19 settembre 1846, e l’apparizione di El Escorial, in Spagna, nel 15 novembre 1980 è esattamente 49000! Il numero gli sembrò troppo preciso e troppo biblico (70 volte 7, numero citato da Gesù nel vangelo, fa 490) (2) per essere casuale. A partire da questo fatto, dividendo questo numero per 57, che sono i giorni che nel calendario annuale separano le due date, trovò il risultato 859,649. Ma tenendo conto che le manifestazioni non avevano avuto luogo nella stessa ora ipotizzò che la distanza in giorni, tenendo conto delle ore e minuti, fosse 48999,45098 e il numero per cui dividere fosse 56,45098 anziché 57: il risultato è 868 (3). 

A partire dalla data di morte di Gesù Cristo, (ipotizzata come avvenuta il 2 aprile del 33 d.C secondo le informazioni evangeliche considerate attendibili) contando il numero di giorni effettivamente trascorsi, tenendo conto degli anni bisestili e della riforma gregoriana del calendario (4), suddividendo il numero ottenuto in blocchi di 868, chiamando questi blocchi ‘Tempi’, come fossero anni ‘celesti’ fatti di 868 giorni, a differenza degli anni ‘terrestri’ fatti di 365 giorni, allora ogni giorno/anno del calendario ‘terrestre’ può essere identificato come ‘giorno/anno’ di questo nuovo calendario ‘celeste’: ad esempio il 15 settembre 2011, cioè il 258° giorno dell’anno 2011 nel calendario ‘terrestre’, corrisponde al giorno 485° dell’anno 833 del calendario ‘celeste’. Questo giorno ‘celeste’ (nel nostro esempio il 485) sarà la variabile ‘indipendente’ x della legge (5). 

La variabile dipendente y invece sarà l’ora solare (HSL) di inizio dell’apparizione espressa in minuti.



Cioè quello che l’autore dice, e che possiamo confermare, è che una volta conosciuto il giorno dell’apparizione è determinata in maniera univoca l’ora solare del luogo nel momento dell’apparizione o HSL (6), e anzi le due grandezze, il giorno e l’ora di apparizione sono legate da una legge di dipendenza lineare . In altre parole, se l’apparizione, o almeno la prima o quella più significativa, è avvenuta in un dato giorno del calendario, allora non poteva che avvenire nella ora solare locale (HSL) calcolata secondo questa legge riportata in nota (7).



Verifica Sperimentale



Ho riportato i dati nella seguente tabella, inserendo solamente le Apparizioni di cui è effettivamente conosciuto l’orario e tralasciando le altre (8):



Ho poi riportato in un grafico i punti sperimentali con una incertezza di +/- 15 minuti e ho disegnato la retta teorizzata secondo la legge (7) di equazione:



y = (180/217) * x –360

Come si vede l’accordo è abbastanza buono

Poi ho cercato la migliore retta che approssima i dati (facendo una interpolazione lineare) ed ho ottenuto questa retta sperimentale più soddisfacente, di equazione

y = 0,773*x - 338


E’ da notare che il coefficiente di Pearson dei dati è notevolmente elevato e praticamente uguale a 1. Infatti il suo valore risulta 0,998. Questo significa che le due variabili (Giorno dell'Apparizione, Ora solare locale di Apparizione) sono effettivamente interdipendenti e legati da una relazione di tipo lineare! (9)

Ma non basta. Come controllo ho inserito anche un’Apparizione non considerata nel libro citato, quella di Belpasso, avvenuta l’11/05/1986 e che nella tabella ho segnato con (*). Una volta calcolato il giorno e l’ora solare locale (10) , il punto corrispondente si è sistemato in fila con gli altri. Cioè sulla stessa retta. Una ulteriore conferma!



Ho escluso alcune delle Apparizioni perché non se ne conosce l’orario preciso. Le ho comunque raggruppate in una tabella calcolando l’ora in base al giorno di presentazione con la formula di Vidal. E come si vede anche qui  l’accordo è abbastanza favorevole:













Conclusioni 



Possiamo perciò affermare che "Le Epifanie mariane costituiscono un insieme di eventi ordinati e, per tanto, interdipendenti",  e questo nei limiti delle incertezze sperimentali con cui le date di Apparizione sono conosciute. 

Cosa questo fatto possa significare dal punto di vista teologico sulle Apparizioni mariane non saprei dire, ma se i dati sperimentali (date e orari di apparizione) riportati sono corretti (11), una cosa è certa:vi è praticamente una conferma sperimentale che esse sono legate tra loro da una dipendenza di tipo spazio/temporale lineare non casuale!



Salvatore Canto

docente di matematica e fisica / laurea in fisica







Note



(1) Carlos Vidal Martinez - "…. e i suoi non la ricevettero" – Edizioni Segno



(2) “Allora Pietro si avvicinò e gli disse: ‘Signore, quante volte perdonerò mio fratello se pecca contro di me? Fino a sette volte?’ E Gesù a lui: ‘Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.’ (Matteo 18:21-22)



(3) Non si può controllare questo numero - 48999,45098 - esso dipende infatti anche dai minuti e i secondi in cui ebbero inizio le manifestazioni e che ovviamente non sono conosciuti, ma ciò non ha importanza, quello che è veramente notevole è che sia stato ottenuto il numero intero 868. 



(4) ‘Secondo il calendario giuliano, sono bisestili gli anni la cui numerazione è multipla di 4: l'anno giuliano medio dura quindi 365 giorni e 6 ore (la media di tre anni di 365 giorni e uno di 366). Questa durata non corrisponde esattamente a quella dell'anno solare medio, che si ricava dalle osservazioni astronomiche: quest'ultimo infatti è più corto di 11 minuti e 14 secondi. Di conseguenza, il calendario giuliano accumulava un giorno di ritardo ogni circa 128 anni rispetto al trascorrere delle stagioni. Tra il 325, anno in cui il Concilio di Nicea stabilì la regola per il calcolo della Pasqua, e il 1582 si era ormai accumulata una differenza di circa 10 giorni. Questo significava, ad esempio, che la primavera, in base alle osservazioni astronomiche, non risultava più iniziare il 21 marzo, ma l'11 marzo. Così la Pasqua, che sarebbe dovuta cadere la prima domenica dopo il plenilunio di primavera, veniva spesso a cadere nella data sbagliata. Venne dunque stabilito di: a) recuperare i giorni perduti, in modo da riallineare la data d'inizio delle stagioni con quella che si aveva nel 325; b) modificare la durata media dell'anno, in modo da prevenire il ripetersi di questo problema. Per recuperare i dieci giorni perduti, si stabilì che il giorno successivo al 4 ottobre 1582 fosse il 15 ottobre; inoltre, per evitare interruzioni nella settimana, si convenne che il 15 ottobre fosse un venerdì, dal momento che il giorno precedente, il 4, era stato un giovedì. Anche i paesi che adottarono il calendario gregoriano successivamente dovettero stabilire un analogo "salto di giorni" per riallinearsi’ (da Wikipedia).



(5) Qualche altro esempio: il ‘giorno’ dell’anno ‘celeste’ corrispondente al 15 novembre 1980, quello dell’apparizione di El Escorial, è il 464  (dell’anno ‘celeste’ 820),  mentre quello de La Salette, il 19 settembre 1846, è il 72 (dell’anno ‘celeste’ 764).



(6) Bisogna precisare che per ora solare locale (HSL) si intende l’ora solare del luogo, che quasi sempre non corrisponde con l’ora ufficiale della nazione. Infatti l’ora di una nazione, dovendo essere uniforme e la stessa per tutti i paesi dello stato, è una convenzione che pur richiamandosi all’ora solare può non coincidere con essa (ad esempio l’ora legale è sfasata infatti di 1 ora rispetto all’ora solare). Fra l’altro l’ora nazionale ufficiale è anch’essa una convenzione: teoricamente è la stessa  per ogni zona compresa nello stesso fuso orario, ma di solito non è proprio così. Per dare una valutazione più oggettiva dell’ora solare si procede per convenzione internazionale in questo modo: si divide la superficie terrestre in 24 spicchi di 15 gradi ciascuno, detti fusi orari,  e il meridiano centrale di ogni fuso è di norma il regolatore dell’ora, cioè per tutto il fuso si ha il mezzogiorno quando il sole culmina sul meridiano centrale del fuso. E’ ovvio che nelle zone del fuso a ovest del meridiano centrale il sole è già stato in culminazione perciò è ‘più tardi’ delle 12 quanto più ci si allontana verso ovest, mentre per le zone più a est il sole deve ancora arrivare alla culminazione e perciò è ‘più presto’ rispetto alle 12 quanto più ci si allontana verso est. In pratica se sono le ore 12 nel  meridiano di Greenwich, ogni zona della terra, in base alla sua longitudine rispetto a tale meridiano, avrà una effettiva ora solare locale (HSL) che è ‘più tardi’ delle 12 se si trova a ovest mentre è ‘più presto’ delle 12 se si trova a est. Esprimendo la distanza in gradi primi e secondi (Longitudine) rispetto al meridiano di riferimento, cioè quello di Greenwich, si può calcolare l’ora effettiva del posto, espressa in ore minuti e secondi, che è quella che dà la vera altezza del sole nel luogo considerato in quel momento. Ebbene è proprio questa ora oggettiva ‘fisica’ del luogo e del momento in cui è avvenuta una apparizione (HSL) che viene considerata come variabile dipendente y della legge! Allora nella nostra legge l’ora ufficiale della nazione nel momento in cui è avvenuta l’apparizione e che viene riportata nei resoconti storici non coincide, di solito, col la HSL: in pratica per ottenere la HSL dall’ora ufficiale della nazione bisognerà apportare a questa delle correzioni che tengono conto della posizione geografica (Longitudine) del luogo in cui è avvenuta l’apparizione.



(7) La legge proposta proposta da Vidal è la seguente: 

H = 500 + K*(D +/- 434)   con

H  = ora solare locale in minuti 

D  = giorno dell’app. relativo all’anno ‘celeste’ (resto di modulo 868 dal 2/04/33)

K  = 0,829493   

+/- = il ‘+’ se il giorno D è non maggiore di 434, il ‘– ‘se D è maggiore di 434.

Con un opportuno cambiamento di coordinate, inserendo nell’asse x i giorni dallo 0 al 868 e nell’asse y, l’ora espressa in minuti si ottiene una formula più semplice:

y = (180/217) * x –360 

con l’avvertenza di calcolare la HSL corrispondente sottraendo i minuti y (in valore assoluto) ottenuti alle 20h20 se il giorno x non è maggiore di 434 (quindi l’apparizione avviene di pomeriggio) o aggiungendo i minuti y alle 8h20’ del mattino se il giorno x è maggiore di 434 (quindi l’apparizione avviene di mattina).



(8) ho tolto dalla lista originaria Guadalupe, Medaglia miracolosa, Oblio e Misericordie, Fatima, Garabandal,  Medjugorie, Kibeho, Finca Betania, San Nicolas il cui orario di Apparizione non è conosciuto con precisione Queste le ho invece inserite in una tabella a parte più sotto con l’orario presunto e l’orario in base alla legge  teorica di Vidal per vedere se c’è un accordo di massima 



(9) Il coefficiente di Pearson è un indice statistico che può assumere con continuità il valore compreso tra –1 e +1. Quando assume valore zero significa che i dati X non sono in relazione causale con i dati Y, cioè sono indipendenti, quando invece assume valori +1 o –1 significa che di dati sono interdipendenti, legati da una relazione di tipo lineare, come una proporzionalità diretta e i loro punti (x, y) rappresentativi si dispongono su una retta.



(10) Orario ripreso da Franco Sofia - "Belpasso: un messaggio da cuore a cuore" - Edizioni Segno pag.287



(11) Non mi è stato possibile controllare esattezze di date e orari, ho semplicemente fornito quelle date da Vidal nell'opera citata, li ho dato per corretti.
Salvatore Canto

docente di matematica e fisica / laurea in fisica


Apparizioni e altre manifestazioni mariane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Con apparizioni mariane ci si riferisce a presunte manifestazioni della Vergine Maria che sarebbe apparsa ad una o più persone, ripetutamente o meno e, se ripetutamente, sempre nello stesso luogo o in luoghi diversi. Spesso prendono il nome dalla città nella quale avrebbero avuto luogo, o dal nome dato a Maria in occasione dell'apparizione, o dall'abbigliamento e dall'acconciatura descritti. Il fenomeno è molto ricorrente nella storia del cristianesimo, sin dal IV secolo[1], e si è intensificato nel corso del XIX e soprattutto del XX secolo.
La prima apparizione di cui si ha notizia[2] risale al 352, quando, secondo la leggenda, la Vergine sarebbe apparsa contemporaneamente ad una coppia della nobiltà patrizia e a papa Liberio chiedendo la costruzione di una chiesa. Secondo la tradizione, la chiesa fu effettivamente costruita nel luogo dove un secolo dopo fu eretta la Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Ancora oggi se ne festeggia la ricorrenza il 5 agosto, festività della Madonna della Neve.
Talvolta le presunte apparizioni sarebbero avvenute nello stesso luogo per un periodo di tempo prolungato. Nella maggior parte dei casi, solo poche persone riferiscono di aver visto Maria.
Nel lessico religioso del cattolicesimo un'apparizione mariana è una visione che una o più persone sostengono di aver avuto di Maria, madre di Gesù, nell'atto di rivolgersi a loro con parole o gesti.
Nel caso in cui le affermazioni vengono presentate prive di realtà o immagini ma solo in forma di enunciati, il termine considerato più appropriato èlocuzione, usato anche nel caso di esperienze mistiche che riguarderebbero "messaggeri" differenti dalla Madonna.

Apparizioni mariane secondo la Chiesa cattolica [modifica]

Per approfondire, vedi Rivelazione privata.
Secondo la dottrina della Chiesa cattolica, la rivelazione pubblica è terminata con la morte dell'ultimo Apostolo e dopo che è stato completato il Nuovo Testamento. Però sempre secondo la dottrina «lungo i secoli ci sono state delle rivelazioni chiamate “private”, alcune delle quali sono state riconosciute dall'autorità della Chiesa».[3] La possibilità di tali rivelazioni non è dunque messa in dubbio dalla teologia cattolica. Fra le presunte rivelazioni, apparizioni o manifestazioni in genere un ruolo privilegiato rivestono quelle di Maria, Madre di Dio[4] e madre dei viventi[5]. San Luigi Maria Grignion de Montfort spiega come Dio vuole dunque rivelare e far conoscere Maria, il capolavoro delle sue mani, in questi ultimi tempi perché era rimasta nascosta durante la sua vita terrena a causa della sua umiltà ....ed essendo lei il mezzo sicuro e la via diritta e immacolata per andare a Gesù Cristo e trovarlo perfettamente[6][7]
La Chiesa cattolica considera le apparizioni mariane come degli interventi di una Mamma in favore dei suoi figli[8], e consente la devozione universale solo dopo un processo di investigazione (anche con supporti tecnico-scientifici) cui può seguire l'approvazione.
In generale la Chiesa ammette che la maggior parte delle apparizioni rimane non verificata, e potrebbe essere spiegata con fenomeni naturali o spiegabili scientificamente.[9]. I destinatari diretti di un'apparizione non possono invece esimersi da prestare loro un assenso fermo.[10] Nel corso della storia, la Gerarchia ecclesiastica ha sovente mantenuto un atteggiamento scettico nei confronti delle asserite apparizioni.
Ordinariamente i fenomeni di visione e di locuzione sono quasi sempre concomitanti.[11] Sia le visioni che le locuzioni possono essere di tre tipi: corporali[12], immaginarie o intellettuali. Nel primo caso il presunto fenomeno straordinario sarebbe prodotto all'esterno del nostro corpo e verrebbe percepito dai nostri sensi normalmente. Nel secondo caso le percezioni avverrebbero tramite l'immaginazione ma con chiarezza. Nelle visioni o locuzioni intellettuali la percezione avverrebbe direttamente nell'intelletto senza il concorso dei sensi interni ed esterni. In particolare, secondo ilteologo Royo Marin, queste sfuggirebbero ad ogni altro potere in quanto solo la divinità avrebbe accesso alle due facoltà superiori dell'anima: l'intelletto e la volontà.[13]

Apparizioni mariane approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica 

Queste sono le principali apparizioni mariane approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica:
·         Nostra Signora di Caravaggio (Italia, 1432)
·         Nostra Signora di Guadalupe (Messico, 1531)
·         Nostra Signora di Coromoto (Venezuela, 1652)
·         Nostra Signora del Laus (Francia, 1664 - 1718)
·         Beata Vergine Maria della Medaglia miracolosa (apparizioni a santa Caterina Labouré, Parigi, 1830)
·         Nostra Signora del Miracolo (apparizione ad Alphonse Marie Ratisbonne, Roma, 1842)
·         Nostra Signora di La Salette (Francia, 1846)
·         Nostra Signora di Lourdes (Francia, 1858)
·         Nostra Signora del Buon Soccorso di Champion (Stati Uniti, 1859)[14]
·         Nostra Signora di Pontmain (Francia, 1871)
·         Nostra Signora di Gietrzwald (Apparizioni di Gietrzwald, Polonia, 1877)
·         Nostra Signora di Knock (Irlanda, 1879)
·         Maria Santissima Addolorata di Castelpetroso (Italia, 1888)
·         Nostra Signora di Fatima (Portogallo, 1917)
·         Nostra Signora di Beauraing (Belgio, 1932 - 1933)
·         Vergine dei Poveri (Banneux, Belgio, 1933)
·         Signora di tutti i popoli (Amsterdam, Olanda 1945 - 1959)
·         Nostra Signora di Akita (Giappone, 1973)
·         Maria Vergine e Madre Riconciliatrice di tutti i popoli e nazioni (Finca Betania, Venezuela, 1976)
·         Nostra Signora di Kibeho (Ruanda, 1981)
·         Nostra Signora del Rosario di San Nicolás (Argentina, 1983)
Inoltre la Chiesa riconosce le seguenti apparizioni personali a:
·         Basilio Magno
·         Santa Monica
·         San Bernardo da Chiaravalle
·         San Domenico
·         San Simone Stock
·         San Pietro Nolasco
·         Santa Brigida di Svezia
·         Papa Celestino V
·         Santa Beatrice da Silva
·         Beata Alexandrina di Balazar
·         Alphonse Marie Ratisbonne
·         Marta Robin
Sono state inoltre approvate ufficialmente dalla Chiesa cattolica[15] le seguenti manifestazioni mariane, anche se diverse dalle apparizioni:
·         Madonna del Sangue, effusione di sangue dalla fronte di un affresco di una Madonna del Latte, colpito da una pietra (Re (VB), 29 aprile 1494)
·         Regina di tutti i Santi (Miracolo mariano di San Ciriaco), movimenti degli occhi (Ancona, 1796)[16].
·         Nostra amata Signora della Misericordia, movimenti degli occhi (Rimini, 1852).
·         Madonna Miracolosa, movimenti degli occhi (Taggia, 1855).
·         Vergine Dolorosa, movimenti degli occhi (Quito, 1906).
·         Madonna delle Lacrime, lacrimazione (Siracusa, 1953).
·         Madonna del Paradiso, movimento degli occhi (Mazara del Vallo 3 novembre del 1797)
·         Beata Vergine Noli me Tollere, pietrificazione della sua statua Sorso
Sicuramente i luoghi di apparizione più conosciuti sono Lourdes e Fatima. Più di sessanta, fra le migliaia di guarigioni riportate alla fonte di Lourdes, sono state classificate come “inesplicabili” dai medici del Boureau de Lourdes, un centro medico specialistico istituito dalla Chiesa per valutare presunti miracoli.
I cosiddetti 
Segreti di Fatima hanno ricevuto grande attenzione da parte della stampa.
La grotta di Lourdes.
Al massimo la Chiesa può confermare un'apparizione come degna di fiducia, ma non richiede mai ai fedeli di credervi.[senza fonte] Secondo il magistero, si può essere degli ottimi cattolici anche senza credere in nessuno di questi fenomeni. La Chiesa attualmente è molto cauta nell'attestare ufficialmente la veridicità di tali eventi miracolosi.
Anche nel caso in cui un'apparizione mariana sia ritenuta autentica dall'autorità ecclesiastica, che ne approva la devozione, è comunque considerata unarivelazione privata e quindi una fonte subalterna alla Parola di Dio. L'apparizione può attirare l'attenzione su una qualche sfaccettatura della rivelazione ricevuta pubblicamente, per un motivo specifico, ma non può mai aggiungere qualcosa di "nuovo" nel deposito della fede.

Criteri per valutare le apparizioni 

Il 25 febbraio 1978 la Congregazione per la Dottrina della Fede, ha pubblicato le ”Norme della Congregazione per procedere nel Giudizio delle Apparizioni e Rivelazioni Presunte”[17], contenente le regole seguenti:
·         Il vescovo diocesano può iniziare un processo di sua propria iniziativa o su richiesta di un fedele per indagare sui fatti concernenti una presunta apparizione. Il vescovo può astenersi dall'esaminarla a fondo se vuole, specialmente se pensa che dall'evento non deriverà molto.
·         La conferenza episcopale nazionale può intervenire se il vescovo diocesano locale vi si rivolge o se l'evento diventa importante a livello nazionale o almeno a livello di più di una diocesi.
·         Anche la Sede Apostolica (il Vaticano) può intervenire, su richiesta del vescovo locale stesso, o su richiesta di un gruppo di fedeli, o di sua propria iniziativa.
I passi nell'indagine sono ordinati nel modo seguente: una valutazione iniziale dei fatti dell'evento presunto, basata sia su criteri positivi che negativi:

Criteri positivi [


1.    Certezza morale (la certezza richiesta per agire moralmente in una situazione di dubbio) o almeno grande probabilità riguardo all'esistenza di una rivelazione privata alla fine di una seria indagine del caso.
2.    Valutazione delle qualità personali della persona in questione (equilibrio mentale, onestà, vita morale, sincerità, obbedienza all'autorità della Chiesa, buona volontà nel praticare la fede in modo normale, ecc.).
3.    Valutazione del contenuto delle rivelazioni stesse (cioè non sono in disaccordo con la fede e la morale della Chiesa, e sono libere da errori teologici).
4.    La rivelazione porta sana devozione e frutti spirituali nelle vite delle persone (maggiori preghiere, maggior numero di conversioni di cuori, opere di carità che ne risultano, ecc.).

Criteri negativi 

1.    Errori evidenti riguardo ai fatti.
2.    Errori dottrinali attribuiti a Dio, alla Santa Vergine Maria o allo Spirito Santo riguardo al modo in cui essi si manifestano.
3.    Qualsiasi tentativo di guadagno finanziario in relazione all'evento supposto.
4.    Azioni gravemente immorali commesse dalla persona o da quelli che erano insieme alla persona al momento dell'evento.
5.    Disordini psicologici o inclinazioni ad essi da parte della persona o delle persone che erano con essa.
Dopo questa indagine iniziale, se l'avvenimento risponde ai criteri positivi e negativi, si può concedere un iniziale permesso precauzionale che praticamente stabilisce quanto segue: “per il momento, non c'è motivo di opporsi a ciò”. Questo permette la partecipazione pubblica nella devozione alla presunta apparizione.
Alla fine, occorre dare un giudizio ed una deliberazione definitiva, con l'approvazione o la condanna dell'evento.

Posizione della Chiesa ortodossa 

Apparizioni mariane sono state riferite anche nell'ambito della tradizione ortodossa, come quella avvenuta nel X secolo a Costantinopoli nella chiesa di Santa Maria delle Blacherne[18]. La Chiesa ortodossa ammette la possibilità di apparizioni mariane, connesse al ruolo di intercessione e custodia amorevole svolto dalla Madre di Dio. Non vengono però ritenute attendibili apparizioni dove vi siano messaggi e segreti rivelati a veggenti in tenera età o apparizioni che contengano richieste di sacrifici o preghiere riparatrici per i peccati del mondo, perché Cristo è l'unico redentore e ciascun essere umano può intercedere solo per i propri peccati e non per quelli di altri[19].

Posizione delle Chiese evangeliche e protestanti 

Le apparizioni mariane sono state interpretate come fenomeni psicologici (pareidolia) e come fenomeni religiosi, occasionalmente come teofanie. In genere, le denominazioni del protestantesimorifiutano tali fenomeni, attribuendoli a cause naturali (inganno, proiezione psicologica, allucinazioni, cause naturali) o sovrannaturali (manifestazioni del demonio)[9][20][21].
Le chiese evangeliche, quali le battiste, pentecostali, avventiste, le assemblee dei fratelli ed in genere tutte le chiese fedeli ai fondamenti della Riforma protestante e di orientamento conservatore, non riconoscono questi fenomeni, neppure come potenzialmente possibili.
Secondo i protestanti, il Signore si rivela soltanto tramite la Parola di Dio e per i pentecostali anche tramite manifestazioni dello Spirito Santo quali dono delle lingue e le profezie, ma mai attraverso apparizioni di morti.
Secondo la fede protestante, anche se fossero davvero scientificamente dimostrati degli autentici miracoli, quali guarigioni connesse a queste apparizioni, andrebbero in ogni caso ascritti come origine a potenze occulte ed ingannatrici che assumono l'aspetto di Maria o di altri santi per ingannare le persone ed allontanarle dall'autentica fede biblica.[22] I fenomeni andrebbero quindi interpretati come frodi, manifestazioni del demonio o casi di necromanzia, quando non invece fenomeni causati da disturbi psichici quali isteria, allucinazione o anche solo proiezione psicologica.
La Scrittura parla ampiamente di falsi profeti con falsi prodigi: Mt24,24 Ap 16,14 Queste apparizioni sono considerate sostanzialmente una forma particolare di spiritismo ed idolatria, anche se piamente mascherati, ma del tutto condannato da Dio: Dt18,10.

Studi scientifici 

Il fenomeno sociale delle apparizioni mariane e degli eventi ad esse associati sono stati oggetto di studi antropologici e psicologici[23][24]. Se il fedele cattolico può interpretare le apparizioni come episodi reali di intervento divino[25], secondo il sociologo Michael P. Carroll, lo scienziato sociale deve perlopiù ipotizzare che le apparizioni siano allucinazioni[26] o illusioni ottiche, escludendo tuttavia a priori l'ipotesi dell'intervento divino, che lo condurrebbe ipso facto al di fuori del dominio della stessa scienza sociale[27]. Secondo Freud, molte delle esperienze religiose più estreme, quali le visioni allucinatorie, avevano origine nella necessità inconscia di sublimare impulsi aggressivi o una sessualità repressa. Il caso di Christoph Haizmann, pittore vissuto nel tardo Seicento, era stato oggetto di un suo lavoro del 1923[28].
Se per Freud le esperienze religiose costituivano necessariamente una condizione patologica, essendo per lui la religione stessa un sistema di illusioni coltivate nel rifiuto della realtà e in stati confusionari e allucinatori[29], manifestazioni di regressione infantile[30], la moderna psicologia ha un approccio meno drastico. Nella quarta revisione del Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, manuale diagnostico e statistico dei disordini mentali pubblicato dall'American Psychiatric Association, viene inclusa una nuova categoria diagnostica denominata "Problemi religiosi e spirituali". Si raccomanda al terapeuta di tenere in considerazione la cultura di riferimento del soggetto. Per la prima volta i disturbi causati da esperienze religiose e spirituali vengono considerati dal DSM non necessariamente associati a disturbi psicopatologici: le esperienze visionarie non hanno necessariamente esiti negativi[31]. In alcune culture, infatti, le allucinazioni a contenuto religioso vengono considerate del tutto normali[32].
(EN)
« Ideas that may appear to be delusional in one culture (e.g., sorcery and witchcraft) may be commonly held in another. In some cultures, visual or auditory hallucinations with a religious content may be a normal part of religious experience (e.g., seeing the Virgin Mary or hearing God's voice). »
(IT)
« Idee che possono apparire 
deliranti in una cultura (ad esempio la stregoneria o il pensiero magico) possono essere comunemente sostenute in un'altra. In alcune culture, le allucinazioni visive o uditorie a contenuto religioso possono essere una parte normale dell'esperienza religiosa (ad esempio vedere la Vergine Maria o udire la voce di Dio»
(Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (IV), "V62.89 Religious or Spiritual Problem", p. 281)

Studi freudiani 

Michael Carroll[23] e Patrick Marnham[33], indipendentemente, hanno studiato il fenomeno delle apparizioni mariane dal punto di vista geografico culturale. Carroll ha adottato un campione costituito da 49 casi relativi al periodo 1100-1896 e Marnham ha preso in esame un più esteso campione costituito da 232 casi relativi al periodo 1928-1975. Entrambi trovano che una percentuale del tutto sproporzionata dei loro casi, tra il 27% e il 36%, si colloca in Italia, paese latino di tradizione cattolica con una forte presenza delle gerarchie ecclesiastiche di Roma e caratterizzato da una struttura familiare che, secondo Carroll, essendo "matricentrata", e cioè centrata sulla figura della madre, e allo stesso tempo dominata da un'ideologia di esagerata mascolinità, predispone in special modo al culto mariano. Altri paesi con un elevato numero di asserite apparizioni mariane sono la Francia, il Belgio, la Spagna, alcune regioni austro-germaniche. In Inghilterra le apparizioni erano molto frequenti prima del 1500 per scomparire quasi del tutto a seguito della riforma anglicana.
In un'ottica freudiana[20][23], le apparizioni mariane sono per le vedenti di sesso femminile un modo per sublimare i propri istinti sessuali repressi nei confronti del padre (realizzando la propria fantasia edipica, per via indiretta, attraverso un'identificazione nella figura della vergine Maria); per i vedenti di sesso maschile un modo per sublimare i propri istinti sessuali repressi nei confronti della madre (realizzando per via diretta la propria fantasia edipica verso la madre). Infatti, l'80% del campione considerato da Carroll è costituito da persone sessualmente mature prive di evidente partner sessuale e, mentre i veggenti maschi riferiscono di apparizioni dove quasi sempre è presente solo Maria (93% dei casi), le veggenti femmine hanno una maggiore probabilità di vedere Maria insieme ad altre figure adulte maschili (50% dei casi)[23].
La correlazione osservata[23][33] tra le asserite apparizioni e la loro collocazione geografica viene addotta come prova dell'origine puramente culturale di tali fenomeni[24], sebbene esso non sia pienamente sufficiente al fine di spiegare le differenze tra paesi di tradizione cattolica, ma solo tra questi e gli altri paesi di tradizioni culturali diverse[23]. Le differenze tra paesi di tradizione cattolica, invece, sono spiegate da Carroll sulla base della distanza geografica da Roma, sede della Chiesa cattolica e dei suoi principali organi amministrativi[23].
Gli antropologi britannici Victor Turner ed Edith Turner[34] sostengono inoltre che le apparizioni mariane abbiano la specifica funzione di rinforzare dottrine cattoliche tradizionali percepite dal clero come in pericolo o «sotto attacco».

Il caso Marpingen (1876) 

Lo storico David Blackbourn ha raccontato le visioni di Marpingen (1876) inserendole nel più ampio contesto storico della Germania bismarckiana, caratterizzato dal clima di tensione delKulturkampf, sfociato in diffusi episodi di feroce discriminazione economica e sociale verso i cattolici tedeschi. La cittadina, che fu chiamata la "Lourdes tedesca", in poco tempo attrasse decine di migliaia di pellegrini. Le autorità prussiane intervennero militarmente per impedire quella che nell'ottica liberale era una manifestazione di ignoranza e superstizione e che era considerata come un pericolo per gli equilibri sociali e religiosi. L'establishment protestante e liberale temeva infatti che il caso potesse essere manovrato dai vescovi cattolici tedeschi a scopi di propaganda religiosa. Le tre veggenti, dell'età di otto anni, furono inizialmente accusate di diffondere inganni e superstizioni, rinchiuse in una casa di correzione, poi affidate ad un monastero ed infine rilasciate nel 1878. Una delle tre, Margarethe Kunz, anni dopo, confessò che l'intera storia era stata inventata, si era trattato «di una grande bugia»; i dettagli più precisi le erano stati suggeriti dalle domande allusive degli adulti del paese. Kunz dichiarò pubblicamente che, se le persone del posto non fossero state così disposte a crederle, non avrebbe continuato ad inventare sempre nuove bugie per giustificare le vecchie fino al punto in cui il costo di ammettere la verità non avesse assunto dimensioni tali da non poter più tornare indietro. Blackbourn mostra, con un'attenta analisi delle prove, che non vi è nessun motivo per non ritenere autentica la confessione di Kunz[35][36].

Il caso Anneliese Michel e l'ipotesi del disturbo dissociativo 

Negli anni settanta, il caso di Anneliese Michel suscitò clamore in Europa. Affetta da una rara forma di epilessia, la ragazza si credeva posseduta da demoni. Abbandonate le cure mediche, si rivolse a sacerdoti cattolici che le praticarono rituali di esorcismo. Anneliese dichiarò di aver visto la Vergine Maria che le aveva promesso che entro il 1º luglio 1976 "tutto sarebbe andato bene". A mezzanotte di quella data morì, secondo l'autopsia per malnutrizione. I genitori e i due sacerdoti vennero condannati per omicidio colposo. Il suo caso fu oggetto di studi accademici. Secondo Jean Goodwin, Sally Hill e Reina Attias, la ragazza era affetta da disturbi dissociativi. Gli stessi autori, in un libro, ipotizzano inoltre che potesse aver subito violenza sessuale da uno degli esorcisti che l'avevano in cura e che l'espressione "tutto andrà bene" potesse essere interpretata come manifestazione di un intento suicida che, se opportunamente riconosciuto da un professionista, avrebbe forse potuto salvarle la vita.[37]

Elenco delle più celebri affermazioni di apparizioni mariane 

Segue l'elenco di alcune delle più celebri affermazioni di apparizioni mariane, con l'indicazione: della data e del luogo in cui sarebbero avvenute e delle persone che hanno affermato di averle avute. Non tutte sono state approvate al culto, dalla Chiesa cattolica o da altre Chiese.

Dal I secolo [modifica]

·         Beata Vergine del Pilar: 39 (prima dell'Assunzione) a Cesarea Augustea (Saragozza), Hispania Tarraconensis, sarebbe apparsa a san Giacomo il Maggiore
·         Santa Maria Maggiore: sarebbe apparsa nel 352 a Roma, Italia; Papa Liberio. Basilica di Santa Maria Maggiore
·         Madonna dei Bisognosi: Pereto, in Abruzzo, sarebbe apparsa a Siviglia ad un mercante abruzzese che riportò la statua miracolosa da Siviglia a Pereto, nel VI-VII secolo. Molti sarebbero i presunti miracoli operati dalla statua che comportò la costruzione del Santuario, e avrebbe segnato la pace fra gli abitanti di Pereto e Rocca di Botte.
·         Santa Maria della Libera: sarebbe apparsa il 2 luglio 663 a Benevento e avrebbe salvato la città dall'assedio di Costante II di Bisanzio. La Madonna sarebbe apparsa con la raffigurazione della croce sul palmo della mano e sul collo e da allora la Madonna della Libera è spesso raffigurata così. Famosa è l'icona bizantina raffigurante la Madonna della Libera che fu trafugata daiVeneziani nel 1453 a Costantinopoli e che tuttora è conservata nell'omonimo santuario a Rodi Garganico, paese dove l'icona sarebbe miracolosamente arenata durante il trasporto. La statua della Vergine andò a finire nel Quattrocento in Molise, a Cercemaggiore, dove fu eretto un santuario (1456-1492).
·         Maria SS. in Saletta: la Vergine, con il Bimbo in braccio, sarebbe apparsa nei panni di povera pellegrina nel paese di Castel del Giudice, in Molise, in data imprecisata e sconosciuta. I fedeli non la riconobbero e la cacciarono; tutto ciò avrebbe mosso l'ira di Dio che avrebbe distrutto il paese con un'inondazione. La gente che scampò al massacro costruì il nuovo paese, lo ripopolò, e capì che la vecchia pellegrina era la Madonna. Fu dipinto un quadro ed eretto il santuario.
·         Madre di Dio incoronata: sarebbe apparsa nel 1001 nei pressi di Foggia ad un nobile conte di Ariano Irpino e ad un pastore.
·         Madonna di Walsingham: sarebbe apparsa 1061 presso Walsingham, in Inghilterra, a Richeldis de Faverche.
·         Madonna di Montevergine: sarebbe apparsa tra il 1118 ed il 1124 sulla montagna omonima, nei pressi di Avellino a san Guglielmo da Vercelli, e avrebbe raccomandando la fondazione delSantuario di Montevergine.
·         Madonna del Rosario: sarebbe apparsa nel 1214 a san Domenico, e avrebbe raccomandato il rosario.
·         Beata Vergine del Carmine: sarebbe apparsa nel 1251 Inghilterra a san Simone Stock, istituzione dello Scapolare carmelitano.
·         Beata Vergine Maria del Soccorso: sarebbe apparsa nel 1306 Palermo, Sicilia, al padre agostiniano Nicola La Bruna.
·         Santa Maria di Pietraquaria: sarebbe apparsa ad Avezzano, dove un tempo vi era il paesino di Pietraquaria distrutto nel 1268 da Carlo d'Angiò. Nel 1268 fu distrutta anche la Cappella con il quadro della Vergine, che fu ritrovato miracolasamente intatto nel Trecento da un pastorello sordomuto. La Madonna avrebbe parlato e ridonato la vista al ragazzo. Fu costruito un santuario e numerosi sarebbero state le apparizioni e i presunti miracoli della Madonna di Pietraquaria.
·         Santa Maria di Collemaggio: la Madonna sarebbe apparsa in sogno a Celestino V nel 1288, quando si trovava a L'Aquila. La Madonna avrebbe ordinato di costruire una chiesa in suo onore nel piazzale di Colle di maggio, dove oggi sorge la Basilica di Santa Maria di Collemaggio.
·         Madonna di Valverde: nel 1399 vi sarebbe stata la duplice apparizione della Vergine e di Gesù Cristo a un contadino. Il Signore avrebbe intimato all'uomo di gettare in un vicino specchio d'acqua i tre pani che portava nella bisaccia, mentre la Madonna gli avrebbe ordinato di non farlo: i tre pani infatti simboleggiavano la peste, la fame e la guerra. Alla fine, grazie alle insistenze di sua Madre, Cristo avrebbe lasciato gettare nello stagno un solo pane. Sul luogo oggi sorge un Santuario. Una seconda presunta apparizione della Madonna si verificò nei pressi nel 1711.
·         Nostra Signora della Candelaria, sarebbe apparsa nel 1400 o nel 1401 ai guanci di Tenerife, 95 anni prima della conquista spagnola
·         Nostra Signora di Caravaggio, o Santa Maria del Fonte, Caravaggio (BG), sarebbe apparsa il 26 maggio 1432 a Giannetta de' Vacchi, a volte indicata come Giannetta Varoli, dal cognome del marito.
·         Santuario della Madonna di Monte Berico sarebbe apparsa il 7 marzo 1426 e il 1º giugno 1428 a Vicenza a una contadina di nome Vincenza Parisi, e avrebbe promesso di far cessare la peste se sul luogo fosse stato costruito un santuario.
·         Madonna della Gamba, Desenzano al Serio (BG), sarebbe apparsa il 9 ottobre 1440, a Ventura Bonelli, una contadina desenzanese di 11 anni, e le avrebbe guarito una gamba che doveva essere amputata. Sul luogo sorge ora un santuario.
·         Madonna dell'Alno: sarebbe apparsa per tre volte, dal 18 maggio al 20 maggio 1480 al contadino Giovanni Florio, a Canzano, in Abruzzo. Dopo l'incredulità dei canzanesi, un presunto segno celeste indusse gli abitanti a costruire un santuario sul luogo della presunta apparizione (un alno, che in dialetto è il pioppo bianco).
·         Nostra signora di Altötting: nel 1489 la Madonna sarebbe apparsa più volte in questo paese, definito da allora "il cuore cattolico della Baviera".
·         Madonna della Guardia: sarebbe apparsa nel 1490 Monte Figogna (GE) Italia a Benedetto Pareto, un contadino, e avrebbe raccomandato di costruire una cappella sul monte[38]
·         Madonna della Stalla: nel 1490 Porzano (BS). La Vergine sarebbe apparsa in una stalla a una bambina cieca a cui chiese di andare ad attingere acqua ad una fontana lì vicino, e a cui avrebbe ridonato la vista. Il presunto evento miracoloso si verificò in una cascina che oggi si chiama appunto "Madonna della Stalla", e che ospita una chiesetta dove si celebra la Messa ad ogni ricorrenza dell'apparizione (il 10 giugno)[39].
·         Madonna della Stella: sarebbe apparsa nel 1491 Bagnolo Mella (BS), Italia a Caterina dell'Olmo, una giovane ragazza sordomuta, che in seguito all'apparizione avrebbe riacquisito la parola.[40]
·         Madonna della Libera: la Madonna sarebbe apparsa in sogno ad un pratolano di nome Fortunato intorno all'anno 1500 e libero Pratola Peligna dalla peste. Fu ritrovato il quadro con la Vergine che fu trasportato da buoi nel luogo dove si trova l'attuale santuario, nella piazza principale di Pratola.
·         Madonna di Tirano: sarebbe apparsa il 29 settembre 1504 a Tirano (SO), Italia al beato Mario Omodei, giovane discendente dell'omonima nobile famiglia tiranese. A questi chiesa di edificare un tempio in suo onore, l'attuale Santuario della Madonna di Tirano.
·         Madonna dei Miracoli: sarebbe apparsa nel 1510 Motta di Livenza, Veneto, Italia a Giovanni Cigana, un contadino, e avrebbe raccomandato preghiera (specialmente, il rosario), digiuno, epenitenza.
·         Madonna del Soccorso: sarebbe apparsa nel maggio 1521 a Cori (LT), a Oliva Iannese, una bambina di tre anni con la quale Maria sarebbe rimasta per 8 giorni interi, giorno e notte.

San Sebastián de Garabandal, nel nord della Spagna, è dove sarebbero apparsi la Vergine Maria del Monte Carmelo.
·         Nostra Signora di Guadalupe: sarebbe apparsa nel 1531 a Juan Diego Cuauhtlatoatzin, un indio azteco, sulla collina del Tepeyac (Messico).
·         Nostra Signora della Misericordia: sarebbe apparsa a Savona, il 18 marzo del 1536, al contadino Antonio Botta.
·         Madonna di Pietralba: sarebbe apparsa nel 1553 Nova Ponente (BZ), Italia a Leonardo Weißensteiner, malato.
·         Beata Vergine dei Miracoli: sarebbe apparsa nel 1555 Corbetta, Milano a Giovanni Antonio della Torre, sordomuto.
·         Nostra Signora di Montallegro: sarebbe apparsa nel 1557 a Montallegro (località di Rapallo), Italia, a Giovanni Chichizola, contadino di Coreglia Ligure.
·         Madonna dello Splendore: sarebbe apparsa il 22 aprile 1557 a Giulianova, sulla collina, ad un taglialegna di nome Bertolino. Sul luogo dove fu poi costruito il Santuario sgorgò una fonte d'acqua tuttora zampillante.
·         Beata Vergine Maria dei Miracoli: sarebbe apparsa nel 1576 Casalbordino, Abruzzo, Italia ad Alessandro Muzio, un contadino originario di Pollutri
·         Nostra Signora della Salute: sarebbe apparsa nel 1580 circa Vailankanni, India, ad un lattaio e alcuni marinai, tre apparizioni.
·         Nostra Signora del Buon Successo: sarebbe apparsa nel 1582 Quito, Ecuador, a madre Mariana de Jesús Torres.
·         Vergine di Chiquinquirá: sarebbe apparsa nel 1586 a Chiquinquirá, Colombia, a María Ramos, una domestica.
·         Madonna dei 7 Dolori: l'immagine della Vergine sarebbe apparsa su una pietra in una data imprecisata tra il Cinquecento e il Seicento aPescara, nel luogo dove fu poi costruita la Basilica della Madonna dei sette dolori.
·         Madonna dell'Olmo: la Vergine sarebbe apparsa a Madonna dell'Olmo, frazione di Cuneo, sotto un olmo (da qui il nome) ad un pastorello sordomuto che avrebbe subito riacquistato l'udito e la voce, sul luogo ora sorge un santuario.
·         Nostra Signora dell'Orto: sarebbe apparsa a Chiavari (GE) il 18 dicembre 1609 a Geronima Turrio, levatrice e il 2 luglio 1610 a Sebastiano Descalzo.
·         Maria Santissima delle Grazie sarebbe apparsa nel (1600 circa) ad Antonietta Fava a Casale di Carinola, Santa Maria a Pisciariello.
·         Nostra Signora di Coromoto: sarebbe apparsa nel 1632 in Venezuela.
·         Madonna della Bozzola: sarebbe apparsa nel 1645 a Garlasco (PV).
·         Nostra Signora del Laus: sarebbe apparsa nel 1664-1718, alla venerabile Benedetta Rencurel al Laus, vicino al villaggio di Saint-Étienne-le-Laus (Francia).
·         Santa Maria del Pozzo: nel 1705, Capurso (Italia), la Vergine sarebbe apparsa al moribondo sacerdote don Domenico Tanzella, il quale bevendo l'acqua del "Pozzo del Piscino" sarebbe guarito miracolosamente.
·         Madonna dell'Apparizione: sarebbe apparsa nel 1716 a Pellestrina (VE) a Natalino Scarpa De Muti
·         Nostra Signora del Lume: sarebbe apparsa nel 1722 Palermo, Italia, a una mistica.
·         Nostra Signora dell'Immacolata Concezione Aparecida: sarebbe apparsa nel 1717 ad Aparecida, Brasile, a un gruppo di pescatori.
·         Nostra Signora di La Vang: sarebbe apparsa nel 1798 a La Vang, Vietnam, a un gruppo di cattolici perseguitati.

Nel XIX secolo 

·         Beata Vergine della Medaglia miracolosa: 1830 Parigi, Francia, a santa Caterina Labouré, una suora delle Figlie della Carità di San Vincenzo De Paoli.
·         Madonna del Miracolo: 1842 Roma, Italia, a Alphonse Marie Ratisbonne
·         Nostra Signora de La Salette: 1846 La Salette-Fallavaux, Francia, a Massimino Giraud e Melania Calvat, due pastori.
·         Nostra Signora di Pontmain (o secondo il titolo ufficiale Nostra Signora della Preghiera): 1871, Pontmain, Francia, ad Eugene e Joseph Barbadette e alcuni amici (cinque bambini e un neonato).
·         Nostra Signora della Misericordia (di Pellevoisin): 1876, Pellevoisin, Francia, a Estelle Faguette.
·         Nostra Signora, Regina d'Irlanda: 1879 Knock, Irlanda, ad una quindicina di persone dai 6 ai 75 anni, sarebbe apparsa con san Giuseppe e san Giovanni evangelista.
·         Beata Vergine Addolorata di Castelpetroso: 1888 Castelpetroso alle contadine Serafina e Bibiana; successivamente a varie persone fino al 1970, tra cui il vescovo della diocesi di Bojano Francesco Palmieri Macarone, incaricato quale delegato apostolico dal papa Leone XIII di indagare il fenomeno.

Dal 1900 al 1950 

·         Nostra Signora della Cina: 1900 Cina
·         Ezquioga: 1931 Ezquioga, Spagna, dapprima a dei bambini, poi a centinaia di persone in un periodo di due anni
·         Nostra Signora di Beauraing, (chiamata anche la "Vergine dal Cuore d'oro"): 1932 Beauraing, Belgio, a cinque bambini
·         Vergine dei poveri: 1933 a Banneux, Belgio, alla bambina Mariette Beco
·         Marienfried: dal lunedì di Pentecoste del 1940, a Barbel Ruees, a Phaffenhofen in Germania[41]
·         Vergine Pura Dolorosa di Umbe: 1941-1988 a Laukiz, Bilbao, Spagna, a Felisa Sistiaga[42][43]
·         Madonna delle Ghiaie di Bonate: 1944 a Ghiaie di Bonate Sopra (BG), ad Adelaide Roncalli[44]
·         Vergine Dolorosa: 1900 La Codosera, Spagna, a Marcelina Barroso Expósito e Afra Brígido Blanco.
·         Signora di Tutti i Popoli: 1945 - 1959 Amsterdam, Olanda, a Ida Peerdeman
·         Maria: 1947 - 1956 Casanova Staffora, alla settenne Angela Volpini.
·         Vergine della Rivelazione: 1947 Roma, a Bruno Cornacchiola ed ai suoi tre figli[45].
·         Maria Rosa Mistica: sarebbe apparsa a varie riprese nel 1947 e nel 1966 a Pierina Gilli. Sul luogo delle ultime apparizioni, in localitàFontanelle di Montichiari (BS), oggi sorge un santuario di dimensioni non trascurabili, benché non goda della stessa notorietà di altri e le apparizioni non siano ancora state riconosciute dalla Chiesa.

Dal 1950 ad oggi 

·         Movimento Mariano Betania: dal 1951 al 1999, Messaggi celesti trasmessi per mezzo di una madre di famiglia, Italia.[46]
·         Madonna del Pozzo: 1955, Sabana Grande, Porto Rico, a tre bambini.
·         Nostra Signora Regina della Turzovka: 1958, Turzovka, Slovacchia, a tre persone.
·         Nostra Signora del Monte Carmelo di Garabandal: 1961 - 1965, Garabandal, Spagna, a quattro giovani contadine.[47]
·         Beata Vergine di Zeitoun: 1968 - 1971, Zeitoun, Egitto, a migliaia di persone, sul tetto di una chiesa[48].
·         Madonna dello Scoglio: 1968, Placanica, Italia, a Fratel Cosimo, all'epoca pastore.
·         Madonna delle Rose: 1968-1995, Bayside, New York, a Veronica Lueken.[49]
·         Nostra Signora di Akita: 1973, Akita, Giappone, a suor Agnes Katsuko Sasagawa.[50]
·         Nostra Signora del Dolore: 1981-1989, Kibeho, Ruanda, ad Alphonsine Mumureke, Anathalie Mukamazimpaka, Marie-Claire Mukangango, Stephanie Mukamurenzi, Agnes Kamagaju, Vestine Salima ed Emmanuel Segatashya.
·         Madonna di Međugorje (Regina della Pace): 1981 ad oggi, Međugorje, Bosnia ed Erzegovina, a sei bambini.
·         Regina dell'Amore: 1985- 1986, San Martino di Schio, Italia, a Renato Baron.[51]
·         Regina della Pace o della Roccia: 1986, Belpasso, Sicilia, a un ragazzo: Rosario Toscano.[52]
·         Vergine della Tenerezza: 1987, Hrušiv, villaggio del rajon di Drohobyč, in Ucraina, a Josyp Terelya, Maria Kizyn e migliaia di altre persone.
·         Immacolata Purezza: 1990 - 1995, Litmanová, Slovacchia a Katka Češelková e Ivetka Korčáková.[53]
·         Vergine dell'Eucaristia: 1992 ad oggi, Manduria, Italia, a Debora Marasco.[54]
·         Madre dell'Eucaristia: 1993 - 2009, Roma, Italia alla veggente Marisa Rossi.[55]
·         Madonna della Riconciliazione: 1993 ad oggi, Ostina (Firenze), Italia a Silvana Orlandi.[56]
·         Regina dei Giovani: 1994 ad oggi, Itapiranga, Amazzonia, Brasile Apparizioni a Edson Glauber per la salvezza di tutti i giovani. BR IT
·         Madonna di Zaro: 1994 ad oggi, Ischia, Italia, ad alcuni bambini.
·         Madonnina di Civitavecchia: 1995 ad oggi, Civitavecchia, Italia, lacrimazioni di sangue di una statuetta proveniente da Međugorje ed apparizioni a tutti i membri della famiglia Gregori.
·         Clearwater: 1996 ad oggi, Clearwater, Florida, a moltissime persone.
·         Nossa Senhora Mãe e Rainha das Famílias: 1996-2004, Vitória da Conquista, Bahia, Brasile a una persona.
·         Madonna di Assiut: 1998 ad oggi, Montréal, Canada, apparizioni a una suora carmelitana di origine salvadoregna.[57]
·         Nostra Signora della Bontà: 1998 ad oggi, Sobreiro, São Marcos da Serra, Algarve, Portogallo, a Fernando Pires.[58]
·         Accra: novembre 2004, Accra, Ghana.[59]
·         Borg in-Nadur: aprile 2006, Borg in-Nadur, Malta[60].
·         Cairo: 11 dicembre 2009, Apparizione a migliaia di persone cattoliche e musulmane, Egitto.[61]

Note 

1.    ^ Secondo lo storico Geoffrey Ashe, sembra che il culto di Maria, o iperdulia, abbia cominciato a formarsi già nel IV secolo, quando un gruppo di devote mariane, note come "le colliridiane", furono incorporate nel cristianesimo. Cfr. Ashe, Geoffrey, The Virgin, London:Routledge and Kegan Paul, 1976.
2.    ^ Marian Apparitions: Truth or Trouble?, di Jennifer Dierker.
3.    ^ CCC n. 67
4.    ^ il Concilio di Efeso ha proclamato che se qualcuno non confessa che l'Emmanuele è vero Dio, e che pertanto la santissima Vergine è Madre di Dio, avendo generato secondo la carne il Verbo di Dio incarnato, sia anatema (...)
5.    ^ Concilio Vaticano II, cost. dogm. Lumen Gentium, n.53
6.    ^ San Luigi Maria Grignon da Monfort, Trattato della vera devozione a Maria, Cap.1 Grandezza di Maria, n.50
7.    ^ cfr. anche Terzo segreto di Fatima, "..Avete visto l'inferno, dove vanno le anime dei poveri peccatori. Per salvarle, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato..", apparizione del 13 luglio 1917
8.    ^ Benché non parli di apparizioni, il Concilio Vaticano II dichiara nella costituzione dogmatica Lumen Gentium, n.62 "Difatti, assunta in cielo non ha deposto questa funzione di salvezza, ma con la sua molteplice intercessione continua a ottenerci le grazie della salute eterna. Con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo ancora posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che non siano condotti nella patria beata."
9.    ^ a b
(EN)
« […] logically the origin or cause of Marian apparitions must be either natural or supernatural. There could be numerous natural explanations. These range from outright human deception, to psychological projection or hallucination, or even possibly to some physical or natural scientific cause. […] However, because of the unbiblical nature of Marian apparitions, if the cause is supernatural in origin then we can only be dealing with the demonic, not with God. I realize that this line of reasoning will be offensive to many Catholics; nonetheless, I believe it is a necessary theological inference. […] The Catholic church also admits that most apparitions remain unverified, and can probably be explained by natural means. Some are intentionally fraudulent, while others are caused by illness. Modern psychiatry has proposed that religious visions are frequently the result of psychological projection, hysteria, and/or hallucinations. […] Another troubling aspect of Medjugorje is that some of the visionaries have seen, talked to, and even touched people who have died. In Ivanka's case, she embraced and kissed her dead mother. This sounds very similar to the occultic practice of necromancy, a practice the Bible explicitly condemns (Deut. 18:10-12; Isa. 8:19; 1 Chron. 10:13-14). While some may argue that this is not technically necromancy because the dead are not conjured, still the visionaries are receiving information from the dead - which is entirely foreign to Scripture and very much like the occultic practice. I would also argue that Mary herself is among the dead. If this contact with spirits is really happening, I must conclude they are communicating with demons. […] Whether the cause is demonic or human, the effect of this phenomenon is to lead people away from the truth of God's Word. In fact, if we are to succeed in guarding against this type of spiritual aberration, Holy Scripture must be our standard. Protestants have long argued that it is Catholicism's failure to understand and accept the supreme normative authority of Scripture that has allowed the doctrinal excesses found in Catholic Mariology. […] However, the truth that sets men free is found only in the Christ of the apostolic writings. Therefore, it is precisely because of this evangelical Protestant's regard for Christ and Scripture (as well as the true honor of Christ's mother) that I must protest against Marian apparitions and the cult of the Virgin Mary »
(IT)
« logicamente l'origine o la causa delle apparizioni mariane deve essere o naturale o sovrannaturale. Vi possono essere numerose spiegazioni naturali. Queste spaziano dall'inganno puro e semplice alla proiezione psicologica o all'allucinazione o persino potenzialmente a cause scientifiche fisiche o naturali. […] Comunque, per la natura antibiblica delle apparizioni mariane, se la causa è sovrannaturale nell'origine allora possiamo solo aver a che fare con il demoniaco, non con Dio. Capisco che questa linea di ragionamento sarà considerata offensiva da molti cattolici; tuttavia, credo che sia un'inferenza teologica necessaria. […] La Chiesa cattolica ammette anche che la maggior parte delle apparizioni rimane non verificata, e che possa esser spiegata con mezzi naturali. Alcune sono intenzionalmente fraudolente, mentre altre sono causate da malattie. La psichiatria moderna ha proposto che le visioni religiose siano spesso l'esito di una proiezione psicologica, di isteria, e/o di allucinazioni. […] Un altro aspetto problematico di Medjugorje è che alcuni dei visionari hanno visto, parlato con, e persino toccato persone che erano morte. Nel caso di Ivanka, costei ha abbracciato e baciato la madre morta. Questo sembra molto simile alle pratiche occultiste o alla necromanzia, una pratica che la Bibbia esplicitamente condanna (Deut. 18:10-12; Isa. 8:19; 1 Chron. 10:13-14). Mentre alcuni possono sostenere che non si tratti tecnicamente di necromanzia perché i morti non vengono invocati, tuttavia i visionari stanno ricevendo informazioni dai morti - il che è interamente estraneo alle Scritture e molto simile alla pratica occultista. Faccio inoltre osservare che Maria stessa è tra i morti. Se questo contatto con gli spiriti è reale, devo concludere che costoro stiano comunicando con dei demoni. […] Che lacausa sia demoniaca o umana, l'effetto di questo fenomeno è di portare le persone lontane dalla verità della Parola di Dio. Infatti, se vogliamo proteggerci da questo tipo di aberrazione spirituale, la Sacra Scrittura deve essere il nostro punto di riferimento. I protestanti hanno a lungo sostenuto che è l'incapacità del Cattolicesimo di capire ed accettare la suprema autorità normativa delle Scritture che ha consentito gli eccessi dottrinali della Mariologia cattolica. […] la verità che rende gli uomini liberi può essere trovata solo nel Cristo delle scritture apostoliche. Pertanto, è precisamente per quest'attenzione evangelica dei protestanti per il Cristo delle Scritture (così come per un autentico onore alla madre di Cristo) che io devo protestare contro le apparizioni mariane e contro il culto della Vergine Maria »
10.  .
11.  ^ A. Royo Marin, Teologia della perfezione cristiana, n.600; ”Le rivelazioni particolari, qualunque sia la loro importanza ed autenticità, non appartengono, dunque, alla fede cattolica. Tuttavia, riconosciute come tali dopo un prudente giudizio, coloro che le hanno ricevute direttamente debbono senza alcun dubbio inchinarsi con rispetto dinanzi ad esse. I teologi discutono se questa adesione debba essere in essi un atto di fede divina; l'opinione affermativa sembra più accettabile. Tale obbligo si estende anche a coloro ai quali Dio ordina d'intimare i suoi disegni, purché abbiano prove certe dell'autenticità di questa rivelazione. (cfr anche Benedetto XIV, De servorum Dei beatif., s.3, c.ult., n.12)"
12.  ^ Antonio Royo Marin, Teologia della perfezione cristiana, Ed. San Paolo, Undicesima edizione 2003, n. 587, p. 1070
13.  ^ Per le locuzioni spesso si dice auricolari
14.  ^ cfr. Antonio Royo Marin, Teologia della perfezione cristiana, Op.Cit, n.591, 581 ed in particolare n. 583:"Quanto alla loro origine, tutti i mistici sono d'accordo con San Tommaso nel dire che la visione intellettuale sorpassa ogni altra potenza, tranne quella di Dio."
16.  ^ Salvatore M. Perrella, Le apparizioni mariane, San Paolo, 2007, pp. 119
17.  ^ Vittorio Messori e Rino Cammilleri, Gli occhi di Maria, Rizzoli, 2001, p. 21
18.  ^ Dal sito Vaticaninsider (Lastampa.it). www.vaticaninsider.it. URL consultato in data 18-aprile-2012.
22.  ^ Apparitions and Miracles, Analysis in the light of the Scripture.
24.  ^ a b c d e f g Michael P. Carroll, Visions of the Virgin Mary: The Effect of Family Structures on Marian Apparitions, Journal for the Scientific Study of Religion, Vol. 22, No. 3 (Sep., 1983), pp. 205-221.
25.  ^ a b J. Bouflet, P. Boutry, Un segno nel cielo. Le apparizioni della Vergine, Marietti, Genova 1999; Maurizio Magnani, Spiegare i miracoli. Interpretazione critica di prodigi e guarigioni miracolose, Dedalo 2005; altri riferimenti su "Controinformazione sui miracoli" sul sito dell'UAAR
26.  ^
(EN)
« 
Sigmund Freud discussed hallucinations (and that, of course, is how the social scientist, as opposed to the believing Catholic, must view apparitions) at several points throughout his various works»
(IT)
« Sigmund Freud ha discusso delle allucinazioni (e tali, ovviamente, lo scienziato sociale, al contrario del credente cattolico, deve considerare le apparizioni) in molte occasioni nei suoi vari lavori»
(Michael P. Carroll, Visions of the Virgin Mary: The Effect of Family Structures on Marian Apparitions, Journal for the Scientific Study of Religion, Vol. 22, No. 3 (Sep., 1983), p. 212 (paragrafo "A psychoanalytic approach"))
27.  ^
(EN)
« While present-day Western psychology frequently equates religious visions with hallucination, Catholicism maintains that an authentic apparition is of a different category»
(IT)
« Mentre la moderna psicologia occidentale spesso mette in relazione le visioni religiose con le allucinazioni, il Cattolicesimo sostiene che un'autentica apparizione appartenga ad una diversa categoria»
28.  ^
(EN)
« If we rule out a priori the possibility that Marian apparitions are actual instances of divine intervention (and not to do this would bring us outside the bounds of social science), then these apparitions are almost certainly either "hallucinations" or "illusions"»
(IT)
« Se escludiamo a priori la possibilità che la apparizioni mariane siano casi effettivi di intervento divino (e non ipotizzare ciò ci condurrebbe al di fuori dei confini delle scienze sociali), allora queste apparizioni sono quasi certamente o "allucinazioni" o "illusioni" »
(Michael P. Carroll, The Virgin Mary at LaSalette and Lourdes: Whom Did the Children See?, Journal for the Scientific Study of Religion, Vol. 24, No. 1 (Mar., 1985), p. 58 (paragrafo "Where to begin"))
29.  ^ Freud, Sigmund, "A seventeenth-century demonological analysis." In The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud, Vol. 19: 69-105, 1961 [1923].
30.  ^ Freud, S. (1927). The Future of an Illusion. The Standard Edition of the Complete Psychological Works of Sigmund Freud, Volume XXI (1927-1931): The Future of an Illusion, Civilization and its Discontents, and Other Works, 1-56
31.  ^ Freud, Sigmund, "Civilization and Its Discontents", London: Penguin, 2002. ISBN 978-0-141-18236-0
32.  ^ Lukoff: «For the first time, there is acknowledgment of distressing religious and spiritual experiences as nonpathological problems».
33.  ^ DSM-IV Religious & Spiritual Problems, David Lukoff, professore di Psicologia alla Saybrook Graduate School.
34.  ^ a b Marnham, Patrick, Lourdes: A Modern Pilgrimage, New York: Coward, McCann and Geoghegan, 1981.
35.  ^ Victor Turner e Edith Turner, Postindustrial Marian pilgrimage, in James J. Preston (ed.), Mother Worship, Chapel Hill: University of North Carolina, pp. 145-173, 1982.
36.  ^ David Blackbourn, Apparitions of the Virgin Mary in Bismarckian Germany, Oxford 1993.
37.  ^
(EN)
« […] Margarethe Kunz confessed some years later that she had initially made up the story of the visions, and that-as other evidence also showed-many of the details […] had been first suggested to her by leading questions put to the children by adults in the village. If only people had not believed her so readily, said Kunz, instead of calming her down, she and her friends would not have been tempted to have gone on embroidering their stories and making up new ones until the costs of turning back became too great. The whole story, she confessed, was ‘one big lie', and as Blackbourn demonstrates, in a careful assessment of the evidence, there is no reason to believe that she was doing anything but freely telling the truth when she said so. »
(IT)
« […] Margarethe Kunz confessò anni dopo di aver inizialmente del tutto inventato la storia delle visioni, e che - come altre prove dimostravano - molti dei dettagli […] le erano stati suggeriti dalle domande allusive poste alle giovani dagli adulti del paese. Se solo le persone non le avessero creduto così prontamente - disse la Kunz - invece di calmarla, lei e le amiche non sarebbero state tentate di continuare ad abbellire i loro racconti e di inventarne di nuovi fino al punto in cui il costo di tornare indietro fosse diventato troppo grande. L'intera storia - confessò - fu ‘una grande bugia', e come Blackbourn mostra, in un'attenta valutazione delle prove, non vi è nessun motivo per credere che [Kunz], dicendo così, non stesse facendo altro che raccontare liberamente la pura verità. »
(RJ Evans, German History, Vol. 13, n.1, pp. 121-125,1995 (pubblicato dalla German History Society su Oxford Journals).)
38.  ^ Jean Goodwin, Sally Hill, Reina Attias, Historical and folk techniques of exorcism: applications to the treatment of dissociative disorders, Dissociation, Vol. 3, No. 2, p. 094-101, 1990.
39.  ^ http://www.santuarioguardia.it Sito ufficiale del Santuario della Madonna della Guardia
41.  ^ http://www.bagnolomella.it/chiese-bagnolo-mella.cfm Sito ufficiale del Comune di Bagnolo Mella
42.  ^ Mons. Fausto Rossi, Le apparizioni nell'era di Maria (1835-1987), EDIC Roma, 1987
43.  ^ www.virgendeunbe.net, sito ufficiale del santuario della Vergine Pura Dolorosa di Umbe
45.  ^ www.madonnadelleghiaie.it, sito ufficiale del santuario della Madonna delle ghiaie
47.  ^ Movimento Mariano Betania Messaggi raccolti in più di venti volumi dal titolo "Gesù e Maria agli uomini d'oggi". Volumi dotati singolarmente di nulla osta e imprimatur dalla Diocesi Suburbicaria di Palestrina. Il Volume XVI riporta il nulla osta di Mons. Giuseppe Di Lolli, Palestrina 22 febbraio 1997 e Imprimatur del vescovo di Palestrina Vittorio Tomassetti, 6 marzo 1997. I volumi, che nella premessa descrivono ampiamente il fenomeno, sono stati pubblicati e curati dall'Associazione Betania (Zagarolo - RM). L'Associazione Betania è stata riconosciuta dai Vescovi diocesani che si sono succeduti a Palestrina e anche la carismatica che è all'origine del Movimento, ne faceva parte. A questa Associazione fa riferimento il Movimento Mariano Betania Ecclesiale, che ha il suo centro di accoglienza a Zagarolo
49.  ^ Beata Vergine di Zeitoun video della Beata Vergine di Zeitoun
54.  ^ Litmanová
60.  ^ Accra

Bibliografia 

in italiano
·         René Laurentin, Patrick Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, prefazione del cardinale Roger Etchegaray, Edizioni Art, 2010
·         Salvatore M. Perrella, Le apparizioni mariane Dono per la fede e sfida per la ragione, San Paolo, 2007
·         Saverio Gaeta, Medjugorje è tutto vero, Piemme, 2006
·         Marco Corvaglia, Medjugorje: è tutto falso, Anteprima, 2007
·         Corrado Malanga, Roberto Pinotti, I fenomeni B.V.M. - Le manifestazioni mariane in una nuova luce, 1990
·         Testi sui fenomeni delle apparizioni mariane di René Laurentin
·         Francesco D'Alpa, Le apparizioni della Madonna a Fatima, CICAP
·         Maurizio Magnani, Spiegare i miracoli. Interpretazione critica di prodigi e guarigioni miracolose, Dedalo, 2005
·         Angela Volpini - "Capire Maria" - Feeria editore / Marna editore (2003)
·         Umberto Eco, «Terzo segreto di Fatima: ogni veggente vede quello che sa» in Scienza e Paranormale, numero 33/2000
·         Hierzenberger Gottfried, Nedomansky Otto, Tutte le apparizioni della Madonna in 2000 anni di storia. I suoi messaggi, i documenti e le testimonianze, Piemme, 1996
·         Hierzenberger Gottfried, Nedomansky Otto, Dizionario cronologico delle apparizioni della Madonna, Piemme, 2004
·         Michele Mariella, La Madonna del Pozzo di Capurso-Storia, edizioni Mdp, 1996
in inglese
·         EWTN Catholic Q&A: Apparitions
·         Ashe, Geoffrey, The Virgin, London: Routledge and Kegan Paul, 1976.
·         Blackbourn, David (1994). Marpingen: Apparitions of the Virgin Mary in Nineteenth-Century Germany. New York: Alfred A Knopf. ISBN 0-679-41843-1.
·         Carroll, Michael P., Visions of the Virgin Mary: The Effect of Family Structures on Marian Apparitions, Journal for the Scientific Study of Religion, Vol. 22, No. 3 (Sep., 1983), pp. 205–221.
·         Carroll, Michael P., The Virgin Mary at LaSalette and Lourdes: Whom Did the Children See?, Journal for the Scientific Study of Religion, Vol. 24, No. 1 (Mar., 1985), pp. 56–74.
·         Carroll, Michael (1986). The Cult of the Virgin Mary: Psychological Origins. Princeton: Princeton University Press. ISBN 0-691-09420-9.
·         (2005) A Time of Fire~A Way of Fire. Santa Fe: Our Lady of Light Publications. [5]
·         (2002) Virgin Mary's Bayside Prophecies - Vol 1 - 1970 - 1973. Lowell, MI: These Last Days Ministries. ISBN 1-891981-01-3 (trade paperback). [6]
·         (2006) Visions and prophecies of the Divine Feminine. Melbourne: Noyce Publishing. [7]
·         (1988) Under the Heel of Mary. New York: Routledge. ISBN 0-415-01296-1.
·         Terelya, Josyp; Brown, Michael H. (1991). Josyp Terelya Witness to Apparitions and Persecution in the USSR: An Autobiography. Milford, OH: Faith Publishing. ISBN 1-877678-17-1 (trade paperback).
·         (1991) Encountering Mary: From LaSalette to Medjugorge. Princeton: Princeton University Press. ISBN 0-691-07371-6.

Altri progetti 

·          Commons contiene immagini o altri file su Apparizioni e altre manifestazioni mariane

Collegamenti esterni 

·         Il valore teologico del messaggio di Fatima, don Pietro Cantoni, «Cristianità» n° 313 (2002).
·         (EN) Marian Apparitions: Facts and Theological Meaning, approfondito studio teologico sulle apparizioni mariane
·         Apparizioni dal sito del CICAP, sito scettico
·         Video che presenta la posizione delle chiese evangeliche conservatrici
 Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo
·         Apparizioni mariane
·         Parapsicologia
 | [altre]







Nessun commento:

Posta un commento

CRITERI DI MODERAZIONE UTILIZZATI PER I COMMENTI PUBBLICATI SUL BLOG NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA. https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2016/09/moderazione-commenti-sul-blog-nostra.html

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.