SULLA DIFFUSIONE DI TESTI DI PRESUNTE RIVELAZIONI PRIVATE. Comunicato Stampa della Congregazione per la Dottrina della Fede del 29 novembre 1996.

Link: https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2018/04/sulla-diffusione-di-testi-di-presunte.html


b

Questo post presente sul blog: https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/
pagina Facebok: https://www.facebook.com/Nostra-Signora-di-Anguera-192592854160608/
e Twitter: https://twitter.com/angueramessaggi è un interpretazione personale e non corrisponde necessariamente al vero significato dei messaggi, degli avvertimenti della Madonna al mondo e delle profezie annunciate da Nostra Signora ad Anguera.
Si consiglia di visitare il sito web ufficiale brasiliano del veggente Pedro Regis:
http://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/ e la pagina dedicata al commento delle profezie: http://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/cms/list/not%C3%ADcias
(Gestore sito web: ANSA - Associacao Nossa Senhora de Anguera).

giovedì 13 novembre 2014

APPARIZIONI - AKITA - GIAPPONE - Profezie di Anguera: concordanze con altri messaggi della Madonna nel mondo. Messaggio di Anguera n. 86 del 27 settembre 1988 Cari figli, è vicina l’ora nella quale un fratello ucciderà l’altro, e un padre ucciderà il suo stesso figlio. Molti si pentiranno di una vita vissuta senza Dio, ma sarà troppo tardi. Siate pronti, poiché sta arrivando l’ora dei grandi eventi, l’ora nella quale si realizzeranno grandi segreti da me rivelati in varie apparizioni nel mondo. Pregate, miei amati: la carne morirà, ma lo spirito vivrà per sempre. Fate attenzione, aprite i vostri cuori a Dio quanto prima possibile. I grandi avvenimenti non avranno un orario. Continuate a pregare per i sacerdoti. Pregate per le vocazioni sacerdotali. Pregate che i miei piani si realizzino. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. Messaggio di Anguera n. 108 – 26 novembre 1988 "Amati figli, le mie apparizioni in molte regioni del mondo sono l’ultima possibilità che Dio dona al genere umano per convertirsi. Se non ascoltate i miei appelli, vi pentirete e potrebbe essere troppo tardi. Ritornate a Dio il prima possibile. L’umanità è alla vigilia dei più terribili flagelli e punizioni." 1.511 - 5 dicembre 1998 “Cari figli, sono felice che siate qui. Dio vi benedica e vi ricolmi di molte grazie. Sono venuta dal cielo sulla terra per chiamarvi alla conversione sincera e per dirvi che vivete il tempo delle grandi tribolazioni. Non perdetevi d’animo davanti alle difficoltà. La lotta sarà dolorosa per molti, ma la vittoria sarà del Signore e di coloro che appartengono a Lui. È necessario che tutte le profezie si compiano, ma alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. Rallegratevi. Siate saldi nella vostra fede. Non permettete che niente e nessuno vi allontani dalla mia grazia. Sono vostra Madre. Pregate. Siate coraggiosi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.” Messaggio di Anguera n. 2.544 - 03.07.2005. "Non voglio obbligarvi, ma ascoltatemi con attenzione. Coraggio. Non perdetevi d’animo. Io intercederò presso il mio Gesù per voi" Messaggio di Anguera n. 3.328 - 5 giugno 2010 "Ciò che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo." Messaggio 3.440 della Madonna di Anguera, Regina della pace - 15 febbraio 2011 Akita(Giappone) berrà il calice amaro del dolore.



APPARIZIONI - AKITA - GIAPPONE

Nell’ aprile del 1984 monsignor John Shojiro Ito, vescovo di Nigata in Giappone, dopo un ampia e approfondita investigazione durata diversi anni, dichiarò che gli avvenimenti di Akita sono da considerarsi di origine soprannaturale e autorizzò nell’ intera diocesi la venerazione della Santa Madre di Akita. Il vescovo affermò: “ Il messaggio di Akita è la continuazione del messaggio di Fatima. Nella sua lettera pastorale che approva gli eventi di Akita come soprannaturali, il Vescovo di Nigata disse “Dopo le indagini condotte sino al giorno presente, uno non può negare il carattere soprannaturale di una serie di eventi inspiegabili della statua della Vergine onorata  a Akita (diocesi di Nigata). Di conseguenza autorizzo che in tutta la diocesi affidata a me si veneri la Santa Madre di Akita.” Nel giugno del 1988 il Cardinal Ratzinger, Prefetto per la Congregazione per la Dottrina della Fede presso la Santa Sede, espresse un giudizio definitivo sulla vicenda definendo gli eventi di Akita attendibili e degli di fede.

Nostra Signora di Akita
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nostra Signora di Akita è l'appellativo con cui viene venerata Maria, madre di Gesù, in un'apparizione mariana. Il nome della località è quello in cui sono iniziate le apparizioni che avrebbe avuto la quarantaduenne suor Agnese Katsuko Sasagawa, dell'ordine "Serve dell'Eucarestia".
Stando al racconto della suora giapponese, il 12 giugno 1973 avrebbe cominciato a vedere una luce brillante provenire dal Tabernacolo della chiesa del suo convento, insieme ad angeli in adorazione.
Il 28 giugno una stigmate a forma di croce sarebbe apparsa sulla mano sinistra della suora. Il 6 luglio si sarebbe verificata la prima di tre apparizioni mariane, accompagnate da messaggi.
Tra il 4 gennaio 1975 e il 15 settembre 1981, Agnese avrebbe assistito inoltre a 101 lacrimazioni, anche di sangue, di una statua della Madonna. Oltre 500 persone furono testimoni di questi episodi mistici, compreso il vescovo del luogo, Sojiro Ito, che fece analizzare il liquido lacrimale e le gocce di sangue dalla facoltà di medicina di Akita, che ne dichiarò la natura umana.[1]
Nel 1981 una donna coreana, la signora Chun, ottenne la guarigione immediata da un tumore al cervello in fase terminale, mentre pregava davanti alla statua[2]. A seguito di tale miracolo la Chiesa cattolica, per voce di monsignor John Sojiro Ito, vescovo di Niigata, autorizzò il culto di "Nostra Signora di Akita".
Nel 1988 l'allora cardinale prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede presso la Santa SedeJoseph Ratzinger, espresse il giudizio definitivo sulla vicenda, dichiarando che era attendibile e degna di fede[3].
Le apparizioni e i messaggi 
La prima apparizione sarebbe avvenuta il 6 luglio 1973: Suor Agnese, che allora era affetta da una forma di sordità, da cui in seguito sarebbe guarita, riferì di aver visto, nella cappella del suo convento, una statua della Madonna illuminarsi e animarsi, e contemporaneamente avrebbe udito una voce che diceva tra l'altro: "Figlia mia, novizia mia, tu sei stata molto coerente nella fede che hai mostrato. L'orecchio malato è per te qualcosa di molto doloroso, ma ti verrà guarito. Sii paziente. Sacrificati ed espia per i peccati del mondo. Tu sei per me una figlia indispensabile. Fai tuoi i propositi delle Serve del Santissimo Sacramento, prega per il Papa, i vescovi e i preti".
Alcune consorelle, entrate nella cappella lo stesso giorno, notarono che sulla mano destra della statua di Maria era apparsa una stigmate a forma di croce, uguale a quella di suor Agnese.
La seconda apparizione si sarebbe verificata il 3 agosto. Si espone una sintesi del messaggio: "...Affinché il mondo possa conoscere la Sua ira, il Padre Celeste si sta preparando a infliggere un grande Castigo su tutta l’umanità. Con Mio Figlio sono intervenuta tante volte per placare l’ira del Padre. Ho impedito l’arrivo di calamità offrendogli le sofferenze del Figlio sulla Croce, il Suo prezioso sangue e le anime dilette che Lo consolano formando una schiera di anime vittime..."
Il 13 ottobre 1973 sarebbe avvenuta l'ultima apparizione, accompagnata da un messaggio nel quale viene spiegata la natura dell'imminente castigo divino. Questa la sintesi del messaggio: "...Come ti ho detto, se gli uomini non si pentiranno e non miglioreranno se stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti. Le sole armi che vi restano sono il Rosario e il Segno lasciato da Mio Figlio. Recitate ogni giorno la preghiera del Rosario. Con il Rosario pregate per il Papa, i vescovi e i preti. L’opera del diavolo si insinuerà anche nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, e vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli...chiese ed altari saccheggiati; la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi e il demonio spingerà molti sacerdoti e anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. Se i peccati aumenteranno in numero e gravità, non ci sarà perdono per loro...Prega molto la preghiera del Rosario. Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si approssimano. Coloro che avranno fiducia in me saranno salvati".
Il 6 luglio 1973, prima della presunta apparizione, suor Agnese avrebbe visto il suo angelo custode, che le sarebbe apparso anche negli anni successivi.
Le lacrimazioni della statua della Madonna, unitamente ad essudazioni profumate, furono osservate da centinaia di fedeli.[4]
La statua di Maria, realizzata in legno da uno scultore locale, riproduce l'immagine della Signora di tutti i popoli di Amsterdam.[5]
Note 
1.    ^ Gottfried Hierzenberger, Otto Nedomansky, Tutte le apparizioni della Madonna in 2000 anni di storia, Piemme, 1996, p. 421
2.    ^ Apparizioni di Maria ad Akita in Giappone. URL consultato in data 13 settembre2012.
3.    ^ René Laurentin, Patrick Sbalchiero, Dizionario delle"apparizioni" della Vergine Maria, Edizioni Art, 2010, p. 826
4.    ^ Gottfried Hierzenberger, Otto Nedomansky, Opera citata, pp. 420-422



LE APPARIZIONI AD AKITA - GIAPPONE
Messaggio di Anguera del 15/02/2011 n. 3.440: . Akita (Giappone) berrà il calice amaro del dolore. 
Fase:
Luogo : Akita
Data : Dal 1973 al 1981
Veggente : Suor Agnes  Katsuko Sasagawa
Paese : Giappone
Titolo : Santa Madre
Fonte http://www.mariadinazareth.it/apparizione%20akita.htm




Previsto il : 27 settembre 1988 messaggio di Anguera n. 86
Confermato : 5 dicembre 1998 messaggio di Anguera n. 1.511
 


Messaggio di Anguera n. 86  del  27 settembre 1988
Cari figli, è vicina l’ora nella quale un fratello ucciderà l’altro, e un padre ucciderà il suo stesso figlio. Molti si pentiranno di una vita vissuta senza Dio, ma sarà troppo tardi. Siate pronti, poiché sta arrivando l’ora dei grandi eventi, l’ora nella quale si realizzeranno grandi segreti da me rivelati in varie apparizioni nel mondo. Pregate, miei amati: la carne morirà, ma lo spirito vivrà per sempre. Fate attenzione, aprite i vostri cuori a Dio quanto prima possibile. I grandi avvenimenti non avranno un orario. Continuate a pregare per i sacerdoti. Pregate per le vocazioni sacerdotali. Pregate che i miei piani si realizzino. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



Messaggio di Anguera n.  108 – 26 novembre 1988

  "Amati figli, le mie apparizioni in molte regioni del mondo sono l’ultima possibilità che Dio dona al genere umano per convertirsi. Se non ascoltate i miei appelli, vi pentirete e potrebbe essere troppo tardi. Ritornate a Dio il prima possibile. L’umanità è alla vigilia dei più terribili flagelli e punizioni."

1.511 - 5 dicembre 1998

“Cari figli, sono felice che siate qui. Dio vi benedica e vi ricolmi di molte grazie. Sono venuta dal cielo sulla terra per chiamarvi alla conversione sincera e per dirvi che vivete il tempo delle grandi tribolazioni. Non perdetevi d’animo davanti alle difficoltà. La lotta sarà dolorosa per molti, ma la vittoria sarà del Signore e di coloro che appartengono a Lui. È necessario che tutte le profezie si compiano, ma alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. Rallegratevi. Siate saldi nella vostra fede. Non permettete che niente e nessuno vi allontani dalla mia grazia. Sono vostra Madre. Pregate. Siate coraggiosi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.”


Messaggio di Anguera n. 2.544 - 03.07.2005.

"Non voglio obbligarvi, ma ascoltatemi con attenzione. Coraggio. Non perdetevi d’animo. Io intercederò presso il mio Gesù per voi"

Messaggio di Anguera n. 3.328 - 5 giugno 2010

 "Ciò che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo."



Messaggio 3.440 della Madonna di Anguera, Regina della pace - 15 febbraio 2011

Cari figli, quando sentite il peso della croce, non perdetevi d’animo. Solo passando per la croce arriverete alla vittoria. Cercate forza nell’Eucaristia, perché solo così sarete capaci di sopportare il peso delle prove che devono venire. Abbiate coraggio. Mio Figlio Gesù è al vostro fianco anche se non lo vedete. Vi chiedo di vivere nella grazia del mio Signore. Non permettete che il peccato vi allontani dal cammino della santità. Aprite i vostri cuori e accogliete i miei appelli. Ecco il tempo della grazia per tutti voi. Io sono vostra Madre e sono instancabile. Sono venuta dal cielo perché vi amo e voglio vedervi felici già qui sulla terra e più tardi con me in cielo. Non perdetevi d’animo. Io sarò sempre vicina a voi. Avanti sul cammino che vi ho indicato. L’umanità è diventata povera spiritualmente perché gli uomini si sono allontanati dal Creatore. Tornate in fretta. La morte passerà per Assisi e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno. Akita (Giappone) berrà il calice amaro del dolore. Inginocchiatevi in preghiera. La vostra vittoria è nel Signore. Cercatelo, perché Egli vi attende a braccia aperte. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


Messaggio 2.681 della Madonna di Anguera, Regina della pace - 16 maggio 2006
2.681 - 16/05/2006
Cari figli, il dolore sarà grande per Oga, che soffrirà per la mancanza di Nara. La morte passerà per Tamba e Toda. Inginocchiatevi in preghiera. Confidate in Gesù. Solo Lui è la vostra vittoria. Sperate in Lui con coraggio e gioia. Siete amati uno per uno dal Padre, nel Figlio, per mezzo dello Spirito Santo. Fuggite dal peccato e siate uomini e donne di fede. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Altro

Il termine Nara può riferirsi a:
Tamba è una città giapponese della prefettura di Hyōgo.
Toda (戸田市 Toda-shi?) è una città giapponese della prefettura di Saitama.
Giappone



Fonte traduzioni messaggi: http://www.messaggidianguera.net/
 
Le apparizioni di Akita, in Giappone, hanno per protagonista suor Agnese Katsuko Sasagawa, una religiosa dell’Ordine delle Serve dell’Eucaristia.
Il 12 giugno 1973, suor Agnese sente una voce (la religiosa è completamente sorda), e mentre prega vede una luce brillante provenire dal tabernacolo, questo fenomeno si verifica per diversi giorni.
Il 28 giugno, sulla sua mano sinistra appare una ferita a forma di croce, è molto dolorosa e le provoca una copiosa perdita di sangue.
Il 6 luglio, il giorno della prima apparizione, vede prima il suo angelo custode e poi sente una voce provenire dalla statua della Vergine Maria. Lo stesso giorno alcune delle sue consorelle notano del sangue uscire dalla mano destra della statua. Il sangue fuoriesce da una ferita a forma di croce identica a quella di suor Sasagawa.
Di lì a poco suor Agnese riceve dalla Madonna un messaggio nel quale le viene chiesto di pregare per il Papa, i vescovi e i sacerdoti e in riparazione ai mali degli uomini.
Nella seconda apparizione, il 3 agosto, la Vergine dice tra l’altro a suor Agnese: "…Affinché il mondo possa conoscere la Sua ira, il Padre Celeste si sta preparando a infliggere un grande Castigo su tutta l’umanità…".
Il 13 Ottobre 1973, riceve l’ultimo e più importante messaggio nel quale la Madonna dà alcune importanti indicazioni sulla natura e sulle conseguenze del Castigo. Si tratterà di una punizione più grande del Diluvio (dei tempi di Noè) e avrà luogo per mezzo del fuoco dal Cielo che annienterà gran parte dell’umanità, buoni e cattivi, senza risparmiare né religiosi né fedeli. Inoltre la Santa Vergine parla delle divisioni, della corruzione e delle persecuzioni che interesseranno la Chiesa, ad opera del Maligno, in un futuro prossimo.
L’angelo che visitò la prima volta suor Agnese, ha continuato a parlarle per i 6 anni seguenti.
Il 4 gennaio 1975 la statua di legno dalla quale suor Agnese aveva udito provenire la voce della Vergine inizia a lacrimare. La statuetta ha pianto per 101 volte nel corso dei sei anni e 8 mesi successivi. Una truppe televisiva giapponese, mentre realizzava un servizio sugli eventi di Akita, ha potuto filmare la statua della Madonna mentre piangeva.
In diverse occasioni, la statua della Madonna, ha anche sudato profusamente e, secondo vari testimoni, il sudore emanava un dolce profumo. Sul palmo della mano destra è apparsa una ferita a forma di croce dalla quale stillava del sangue. Centinaia di persone sono state testimoni dirette di questi eventi prodigiosi.
Diverse indagini scientifiche sono state eseguite sul sangue e sulle lacrime prodotte dalla statua. Le analisi condotte dal professor Sagisaka della Facoltà di Medicina Legale dell’Università di Akita, hanno confermato che il sangue, le lacrime e il sudore erano veri e di origine umana. Erano di tre gruppi sanguigni: 0, B e AB.
Nel 1981, una donna coreana, la signora Chun, con un cancro al cervello in fase terminale ottenne una guarigione immediata mentre pregava davanti alla statuetta. Il miracolo venne confermato dal dottor Tong-Woo-Kim dell’ospedale St. Paul Hospital di Seul e da don Theisen presidente del Tribunale Ecclesiastico dell’Arcidiocesi di Seul. Il secondo miracolo fu la completa guarigione dalla totale sordità di suor Agnese Sasagawa.
Nell’aprile del 1984 monsignor John Shojiro Ito, vescovo di Niigata in Giappone, dopo un’ampia e approfondita investigazione durata diversi anni, dichiarò che gli avvenimenti di Akita sono da considerarsi di origine soprannaturale e autorizzò nell’intera diocesi la venerazione della Santa Madre di Akita.
Il vescovo affermò: "Il messaggio di Akita è la continuazione del messaggio di Fatima".
Nel giugno del 1988 il Cardinale Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede presso la Santa Sede, espresse un giudizio definitivo sulla vicenda definendo gli eventi di Akita attendibili e degni di fede.
  
La lacrimazione della statuetta in legno della Madonna nel convento delle Serve dell'Eucarestia ad Akita





Akita:
i messaggi della Beata Vergine Maria a suor Agnese Sasagawa


La statua della Beata Vergine Maria presso il convento delle Serve dell'Eucarestia ad Akita
(la statua, nel corso degli anni, ha fatto registrare numerosi fenomeni soprannaturali)



Messaggio del 6 luglio 1973 (prima apparizione)
"Figlia mia, mia novizia, mi hai obbedito bene abbandonando tutto per seguirmi. E’ dolorosa l’infermità alle tue orecchie? La tua sordità sarà guarita, stanne certa. La ferita alla tua mano ti fa soffrire? Prega in riparazione ai peccati degli uomini. Ogni persona in questa comunità è la mia insostituibile figlia. Recitate bene la preghiera delle Serve dell’Eucarestia? Allora recitiamola insieme:
Sacratissimo Cuore di Gesù, realmente presente nella Santa Eucarestia, io consacro il mio corpo e la mia anima per essere interamente uniti con il Tuo Cuore che viene sacrificato in ogni istante in tutti gli altari del mondo, dando lode al Padre e invocando la venuta del Suo Regno. Ti prego, ricevi l’umile offerta di me stessa. Usami come desideri per la gloria del Padre e per la salvezza delle anime.
Santissima Madre di Dio, non farmi essere separata dal tuo Divino Figlio. Ti prego, difendimi e proteggimi come tua figlia particolare. Amen".
Alla fine della preghiera la voce dice:
"Prega molto per il Papa, i vescovi e i preti. Dal momento del tuo Battesimo hai sempre pregato per loro con fede. Continua a pregare molto, moltissimo. Racconta al tuo superiore tutto quello che è successo oggi e obbedisci a tutto ciò che ti dirà. Egli ha chiesto che tu preghi con fervore".

Messaggio del 3 agosto 1973 (seconda apparizione)
"Figlia mia, mia novizia, ami il Signore? Se ami il signore ascolta quello che ho da dirti. E’ molto importante. Lo riferirai al tuo superiore.
Molti uomini in questo mondo fanno soffrire il Signore. Io desidero anime che lo consolino per placare la collera del Padre Celeste. Desidero, con Mio Figlio, anime che dovranno riparare, per mezzo della loro sofferenza e della loro povertà, per i peccatori e gli ingrati.
Affinché il mondo possa conoscere la Sua ira, il Padre Celeste si sta preparando a infliggere un grande Castigo su tutta l’umanità.
Con Mio Figlio sono intervenuta tante volte per placare l’ira del Padre. Ho impedito l’arrivo di calamità offrendogli le sofferenze del Figlio sulla Croce, il Suo prezioso sangue e le anime dilette che Lo consolano formando una schiera di anime vittime. Preghiera, penitenza e sacrifici coraggiosi possono attenuare la collera del Padre. Io desidero anche questo dalla vostra comunità…che ami la povertà, che si santifichi e preghi in riparazione per l’ingratitudine e le offese di tanti uomini.
Recitate la preghiera delle Serve dell’Eucarestia consapevoli del suo significato. Mettetela in pratica; offrite in riparazione per i peccati tutto ciò che Dio può mandare. Fai in modo che tutte si sforzino, secondo le capacità e la posizione, di offrirsi interamente al Signore.
Anche in un istituto secolare la preghiera è necessaria. Già le anime che vogliono pregare stanno per essere radunate. Senza dare troppa importanza alla forma, siate fedeli e ferventi nella preghiera per consolare il Maestro".
E dopo un attimo di silenzio:
"Quello che pensi in cuor tuo è vero? Sei sinceramente decisa a diventare la pietra scartata? Mia novizia, tu che desideri appartenere senza riserve al Signore per diventare la degna sposa dello Sposo, fai i tuoi voti sapendo che devi essere appesa alla croce con tre chiodi. Questi tre chiodi sono: povertà, castità e obbedienza. Dei tre l’obbedienza è fondamentale. Nel totale abbandono, fatti guidare dal tuo superiore. Egli saprà come capirti e indirizzarti".

Messaggio del 13 ottobre 1973 (terza e ultima apparizione)
"Mia cara figlia, ascolta bene ciò che ho da dirti. Ne informerai il tuo superiore".
Dopo un attimo di silenzio la Madonna continua dicendo:
"Come ti ho detto, se gli uomini non si pentiranno e non miglioreranno se stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti. Le sole armi che vi resteranno sono il Rosario e il Segno lasciato da Mio Figlio. Recitate ogni giorno le preghiere del Rosario. Con il Rosario pregate per il Papa, i vescovi e i preti.
L’opera del diavolo si insinuerà anche nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli…chiese ed altari saccheggiati; la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi e il Demonio spingerà molti sacerdoti e anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. Se i peccati aumenteranno in numero e gravità, non ci sarà perdono per loro.
Con coraggio, parla al tuo superiore. Egli saprà come incoraggiare ognuna di voi a pregare e a realizzare il vostro compito di riparazione. E’ il vescovo Ito, che dirige la vostra comunità".
E dopo aver sorriso aggiunge:
"Hai ancora qualcosa da chiedere? Oggi sarà l’ultima volta che io ti parlerò in viva voce. Da questo momento in poi obbedirai a colui che ti è stato inviato e al tuo superiore.
Prega molto le preghiere del Rosario. Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si approssimano. Coloro che avranno fiducia in me saranno salvati".

Le informazioni sulle apparizioni di Akita sono tratte dalle seguenti fonti:
"The Thunder Of Justice" di Ted and Maureen Flynn, MaxKol Communications, Inc.;
"The Woman and the Dragon - Apparitions of Mary" di David M. Lindsey, Pelican Publishing Company;
"La Dame de tous les Peuples" di Raoul Auclair in Le Royaume, n° 55;
"
Apparitions of Our Lady", "The Community of the Lady of All Peoples", "Apparitions of Jesus and Mary", " Miracle of the Rosary Mission" e "Medjugorje Miracles and Wonders".



La statuetta della Madonna ha pianto 101 volte…


Nessun commento:

Posta un commento

CRITERI DI MODERAZIONE UTILIZZATI PER I COMMENTI PUBBLICATI SUL BLOG NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA. https://nostrasignoradianguera.blogspot.it/2016/09/moderazione-commenti-sul-blog-nostra.html

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.